Sesso: M    Età: 61    Città: La città invisibile, rive gauche   
Prov: Stato Estero    Reg: Stato Estero    Naz: Francia

Area personale

 
- Login
 

Contattami

 
Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

 
Chat  
 

Ultime visite

 

VdM

 
Questa donna che si getta,
fredda
e lubrica
nelle mie braccia,
e al suo seno
mi avvince e mi bacia e borbotta versi,
promesse d'amore e improperi.
Questa donna, fiore di malinconia
che ride dei miei pallidi timori
l'unica fra tutte a cui ho fatto
le carezze che non avrei mai fatto a un'altra.
Questa donna che a ogni amore proclama
la miseria e la grandezza di chi ama
e in sé conserva i segni dei miei denti.
Questa donna è un mondo!
– una cagna forse... –
ma nella cornice di un letto
nessuna donna è mai stata così bella!


 

PJG

 

Io sono costruito con i denti
del serpente
e l’ululato del lupo
e il brillio del pesce
e l’astuzia della tigre
e la potenza del toro
Io sono un nitrito selvaggio
degli dèi
e un cuore d’agnello
da dove sgorga sangue rosso e caldo
Io sono quest’uomo che attraversa
la città per guardarti negli occhi
e odorare la tua pelle e respirare profondamente
e infilarmi dentro di te
fino a toccarti le ossa
e dirti
è tutto quel che posso fare.

da: Non aver paura, Lulù

 

EdL

 

"Hai paura?"
"Sì."
"Di me?"
"Sì... e nessun coraggio sarà bello come questa paura."

 

PJG (2)

 
Io sono il vampiro che sempre ti sorprende
E succhia il tuo sangue.
Mi nutro del tuo sudore,
delle tue lacrime,
dei tuoi umori.
Ti tolgo il fiato
E ti penetro baciandoti
Finchè non ti rendi più conto
Che vivo dentro te.
Come un parassita.
Come una serpe.
Come un virus.
Sono il tuo cuore e il tuo fegato.
Sono il tuo cervello e le tue mani.
Sono i tuoi piedi e la tua lingua.
E così ti porterò alla follia
Come un demone rinchiuso nel tuo petto,
delle tue lacrime,
dei tuoi umori.
Ti tolgo il fiato
E ti penetro baciandoti
Finchè non ti rendi più conto
Che vivo dentro te.
Come un parassita.
Come una serpe.
Come un virus.
Sono il tuo cuore e il tuo fegato.
Sono il tuo cervello e le tue mani.
Sono i tuoi piedi e la tua lingua.
E così ti porterò alla follia
Come un demone rinchiuso nel tuo petto.
Sarai mia senza scampo.
La donna del diavolo.
E quando dormo,
perché allora mi addormenterò,
mi pianterai i canini nella gola
e sarai tu la mia vampira
e succhierai il mio sangue.
E ti nutrirai del mio sudore,
delle mie lacrime e del mio seme.
Mi toglierai il fiato
E mi penetrerai baciandomi
Fino in fondo all’anima.
E io vivrò dentro di te.
E tu vivrai dentro di me.

 

n.volare

 
... la mano che ti accende e ti spegne
 

sogni e sintomi...

 

del bisogno d'essere scaldato, d'essere nutrito, del bisogno nostro di essere consolati; frutto di una innocenza remota imbastardita, stretta di carne accattivante. nessuno puo' permettersi rimpianti, nessuno puo' permettersi rimpianti, mai...

. . .

. . .

"Se mi devo spiegare, allora è tutto inutile..." - "... se mi rimane un altro desiderio voglio, chiedo che tutte quelle migliaia di parole diventino corpo"

 

...

 
che paura. e che voglia che hai...