sirena_di_palude

 Sesso: F    Età: 40    Città: Roma    Prov: Roma    Reg: Lazio    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

 

Contatore



 

 
 

 

Mi descrivo

"Dipingimi distorta come un angelo anormale che cade...se odiare è un crimine il prezzo è uguale...e fa male..." ("Luna"-Verdena)
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

il sole che entra dalle persiane chiuse 
il fuoco della mia energia 
i tatuaggi 
 

Tre cose che odio

slealtà 
non trovare la via giusta dentro me 
me quando mi odio 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Inglese

I miei interessi

musica(ascoltare)
ozio
leggere

Gli sport preferiti

body_building
 

Gen. musicale

rap e hip hop
etnica

Gen. cinematografico

film noir
horror

Letture preferite

narrativa sudamericana
saghe medievali
 

Mi piace la cucina

emiliana
araba e mediorientale

La vacanza OK

mare, sole e spiagge incontaminate!

La vacanza KO

pellegrinaggio
 

La meta dei miei sogni

Spagna e Portogallo
Sud America

Occupazione

precario

Stato civile

coniugato/a
 

Il mio film preferito

spider di D.Cronemberg
 

Il mio libro preferito

"cime tempestose" di E. Bronte
 

I miei pregi

determinata e leale
 

I miei difetti

permalosa e impulsiva
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

 


SPLEEN (Charles Baudelaire)

Quando il cielo basso e greve pesa come un coperchio
Sullo spirito che geme in preda a lunghi affanni,
E versa abbracciando l'intero giro dell'orizzonte
Una luce diurna pi triste della notte;

Quando la terra trasformata in umida prigione,
Dove come un pipistrello la Speranza
Batte contro i muri con la sua timida ala
Picchiando la testa sui soffitti marcescenti;

Quando la pioggia distendendo le sue immense strisce
Imita le sbarre di un grande carcere
Ed un popolo muto di infami ragni
Tende le sue reti in fondo ai nostri cervelli,

Improvvisamente delle campane sbattono con furia
E lanciano verso il cielo un urlo orrendo
Simili a spiriti vaganti senza patria
Che si mettono a gemere ostinati

E lunghi trasporti funebri senza tamburi, senza bande
Sfilano lentamente nella mia anima vinta; la Speranza
Piange e l'atroce angoscia dispotica
Pianta sul mio cranio chinato il suo nero vessillo.