simonapersempre

Sesso: F - Età: 49
Città: Sulle nuvole - Provincia: Novara
Regione: Piemonte - Nazione: Italia
 

Mi descrivo

Cado - mi rialzo,sono un pugile suonato che non accetterà mai la sconfitta..la mediazione è il mio territorio,la timidezza il mio limite..la curiosità la mia salvezza
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

chi ha carattere 
chi ha spirito 
chi ha umiltà 
 

Tre cose che odio

mancanza di carattere 
mancanza di spirito 
mancanza d'umiltà 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Francese

I miei interessi

leggere
musica(ascoltare)
scrivere

Gli sport preferiti

nuoto
 

Gen. musicale

jazz
soul e R&B

Gen. cinematografico

horror
drammatico

Letture preferite

biografici
romanzi brevi
 

Mi piace la cucina

emiliana
giapponese

La vacanza OK

mare, sole e spiagge incontaminate!

La vacanza KO

montagna
 

La meta dei miei sogni

Caraibi
Estremo Oriente

Occupazione

professionista

Stato civile

separato/a con figli
 

Il mio film preferito

La leggenda del pianista sull'oceano-intelligenza artificiale-profondo rosso
 

Il mio libro preferito

Poche cose per il tuo viaggio -Non ti muovere-Il ventaglio segreto-Il nome della rosa-codice da vinci-foglie d'erba ............
 

I miei pregi

pigra pensante indipendente
 

I miei difetti

Pigra-pensante-indipendente
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

Contatore



 

testo

Testo Il Libraio Di Selinunte

Così la notte,quando gli incendiarono la casa,
e la gente rideva e diceva che era finalmente ora,
capii che c'è davvero una diversità infinita
tra imparare a vivere e imparare la vite:
guardavo il pifferaio che si portava dietro le parole
e se le trascinava nella luce bianca della luna:
non si voltò, non si voltò neanche a salutare,
se le prese su tutte, e le gettò nel mare...
e le parole del libraio da quella sera
se ne andarono per sempre,
e mi lasciarono con gli occhi di un bambino
che non può sognare più:
tutte le sere torno con le scarpe in mano
per vedere se da qualche parte le riporterai;
di giorno provo a ricordarmele, ma invano,
troppi uomini non cambiano e non cambieranno mai:
parlano tutti, ma non dicono parole,
le loro cose non diventano parole:
mi manchi tu, mi mancano le tue parole...
Ma ci son sere che scendendo verso il mare
mi sembra come di sentirti, e non ti vedo:
ma se m'illudo che sia ancora tutto vero
quasi ci credo.

Roberto Vecchioni