roberto.giorgi

 Sesso: M    Età: 63    Città: La Spezia    Prov: La Spezia    Reg: Liguria    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

Cuore d'artista


IL BARATRO
.
Quanto arduo è l'equilibrio
sul ponte sospeso
fra realtà e illusione,
per l'animo d'artista

pavido del baratro,
che sospeso nell'effimero
d'una impalpabile vita, affronta


Il Baratro è anche lo Stige che dovremo attraversare ogni volta che entriamo e usciamo dal mondo magico dell'Arte, perché non solo è difficile entrare, lo è anche l'uscirne e riuscire a reindossare le proprie vesti abbandonate all'esterno, molti restano prigionieri del loro personaggio e non riescono più a tornare nel mondo materiale.

 

Mi descrivo

Amo la natura e gli animali, viaggiare, ho sempre desiderato una casa sopra un albero sospesa su un lago - Odio la violenza gratuita, i volgari e i perbenisti, amo scrivere e cercare personaggi nello spettacolo più grande del mondo, quello della vita.
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

l'Arte 
la natura 
le donne 
 

Tre cose che odio

perbenisti 
volgari 
politici 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Francese
Inglese
Spagnolo

I miei interessi

arte
teatro
viaggiare

Gli sport preferiti

arti_marziali
motociclismo
vela
 

Gen. musicale

non definito

Letture preferite

psicologia e sociologia
storici

Mi piace la cucina

regionale italiana in generale
cinese
 

La vacanza OK

mare, sole e spiagge incontaminate!

La vacanza KO

tour organizzato

La meta dei miei sogni

Isole tropicali in generale
Sud-Est asiatico
 

Occupazione

professionista

Stato civile

coniugato/a con figli
 

Il mio film preferito

quelli fatti bene
 

Il mio libro preferito

quello che non annoia
 

I miei pregi

Di essere stato sincero sui difetti
 

I miei difetti

Tutti meno uno
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Cerca una stella



Questa nera e lunga notte
guarderò pensieroso al cielo,
cerca anche tu una stella
per fissarla intensamente.
La troverò cercando attentamente
nella miriade del firmamento,
sarà quella che ancora brilla
del tremulo argenteo riflesso
della luce dei tuoi occhi.

 

Solo l'odio può essere eterno

Vivere in attesa


Attendo.

Paziente,

animoso,

nella speranza attendo.

Rivedere l'azzurro del cielo

negli occhi sorridenti

che ho visto soltanto nei sogni.

Ricorrenti.

Attesi

eterni,

da quell'ultimo giorno

che ti vidi allontanare

senza mai voltarti.

Pregai per un cenno,

uno sguardo

un timido saluto.

Il buio,

il silenzio

il lungo inverno

la morte che lenta s'insinuava

mordendo l'anima

ma rifiutando il corpo.

Errante

vagabondo

assente

paralizzato nei sentimenti

riattendevo la primavera,

un colpo di sole caliente

nell'azzurro infinito

di quegli occhi che mi fissavano

pieni di reciproco amore

di una figlia fortemente voluta.