onzebleu

 Sesso: M    Età: 61    Città: Pisa    Prov: Pisa    Reg: Toscana    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

castles made of sand

Il Libro dell'Inquietudine ha un seguito: Pessoa lo scrisse conoscendo che già altre pagine, avrebbero fatto parte della postfazione.

Queste pagine, non molte, non avrebbero avuto e garantito, lo stesso disegno tematico, racchiuso nella sua opera; semplice da pensare che fossero un corollario od un florilegio ad essa.

Nella visione avevano lo stesso simbolismo e lo stesso slancio, come quello di un ponte tra l'introspezione ed il quotidiano, fuganti e fuggenti, ricorrenti e distanti, ma con lo sguardo rivolto ad entrambi.

Esse segnavano la traccia, la scia, od erano accesso a l'inconscio, che chiedeva di presentarsi; la forma, che ne veniva a vita, era quella di una donna, di indubbio fascino, al culmine della maturità.

Di lei si conoscevano, nella cerchia dei confidenti, gli esercizi letterari, come se la sua vita, fosse  un circolo del quale, essa, come autrice princeps ne detenesse, i diritti di autore. Tali diritti ricadevano, con tono regale, sui suoi amanti, novella Turandot, dalla quale differiva, solo per l' assenza dell' omicidio rituale e lo spargimento di sangue.

Era, per usare un eufemismo, che sarebbe stato in voga molti anni dopo, una eroina dalle "mani pulite", beninteso in negativo, ma pur sempre una donna che trovava nel piacere tolto all'amante, linfa per il proprio.

La sua figura destava curiosità: dagli occhi, dalle labbra, uscivano parole non dette: dal corpo fasciato anche in un anonimo abito, il sussurro di una sirena che aveva distrutto più di una nave.

Pochi erano stati gli eroi, che avevano potuto incrociare incolumi, la sua rotta.
Pochi avevano solcato impunemente le sue lenzuola.

L' Odisseo mitologico non era ancora sorto all'orizzonte, di ritorno da Ilio: era ancora schiavo delle spiagge della Troade.
 

Mi descrivo

Quando si saranno alleviate sempre più le schiavitù inutili, si saranno scongiurate le sventure non necessarie, resterà sempre, per tenere in esercizio le virtù eroiche dell'uomo, la lunga serie dei mali veri e propri: la morte, la vecchiaia, le malattie inguaribili, l'amore non corrisposto, l'amicizia respinta o tradita, la mediocrità d'una vita meno vasta dei nostri progetti e più opaca dei nostri sogni: tutte le sciagure provocate dalla natura (divina) umana delle cose
 

Spazio amici

Vieni a fare parte del mio spazio amici!
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

lettura 
arte 
jazz 
 

Tre cose che odio

il tempo, la necessità, la fortuna e l'imbecille 
e sempre crescente supremazia del numero 
 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Inglese

I miei interessi

arte
leggere
musica(ascoltare)

Gli sport preferiti

vela
pesca
 

Gen. musicale

jazz
lirica

Gen. cinematografico

cult movies
azione e avventura

Letture preferite

classici
saggistica
 

Mi piace la cucina

tradizionale
toscana

La vacanza OK

montagna

La vacanza KO

autostop
 

La meta dei miei sogni

capitali europee
Spagna e Portogallo

Occupazione

impiegato/a

Stato civile

divorziato/a con figli
 

Il mio film preferito

colazione da Tiffany ;the Dreamer; i tre giorni del condor; Notting Hill;Gioco a due
 

Il mio libro preferito

le memorie di adriano; Shakespeare or Marlowe;Kavafis;Pessoa
 

I miei pregi

Modesti sono coloro che hanno una tranquilla fiducia in sé stessi
 

I miei difetti

Il nostro errore più grave è quello di cercare di destare in ciascuno proprio quelle qualità che non possiede, trascurando di coltivare quelle che ha
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

 
 
 
 
 
 
 
 
 

a case of you

https://youtu.be/aieYAlKWnoM

Just before our love got lost you said,
"I am as constant as a northern star."
And I said, "Constantly in the darkness
Where's that at?
If you want me I'll be in the bar."
On the back of a cartoon coaster
In the blue TV screen light
I drew a map of Canada
Oh Canada
With your face sketched on it twice
Oh, you're in my blood like holy wine
You taste so bitter and so sweet
Oh I could drink a case of you, darling
And I would still be on my feet
Oh I would still be on my feet

Oh I am a lonely painter
I live in a box of paints
I'm frightened by the devil
And I'm drawn to those ones that ain't afraid
I remember that time you told me, you said,
"Love is touching souls"
Surely you touched mine
'Cause part of you pours out of me
In these lines from time to time
Oh, you're in my blood like holy wine
You taste so bitter and so sweet
Oh I could drink a case of you, darling
Still, I'd be on my feet
I would still be on my feet

I met a woman
She had a mouth like yours
She knew your life
She knew your devils and your deeds
And she said,
"Go to him, stay with him if you can
But be prepared to bleed"
Oh but you are in my blood
You're my holy wine
You're so bitter, bitter and so sweet

 

 
https://youtu.be/VX7pV4FlwMc Somethin' in your eyes, makes me wanna lose myself Makes me wanna lose myself, in your arms There's somethin' in your voice, makes my heart beat fast Hope this feeling lasts, the rest of my life If you knew how lonely my life has been And how long I've been so alone And if you knew how I wanted someone to come along And change my life the way you've done It feels like home to me, it feels like home to me It feels like I'm all the way back where I come from It feels like home to me, it feels like home to me It feels like I'm all the way back where I belong A window breaks, down a long, dark street And a siren wails in the night But I'm alright, 'cause I have you here with me And I can almost see, through the dark there is light Well, if you knew how much this moment means to me And how long I've waited for your touch It feels like home to me, it feels like home to me It feels like I'm all the way the back where I come from It feels like home to me, it feels like home to me It feels like I'm all the way back where I belong It feels like I'm all the way back where I belong
 

l'odyssée

http://youtu.be/yaBNjTtCxd4

Les rêves de ta vie profonde
libère-les de leur ténèbre.
Ils sont jeux d’eau et tombent
plus clairs et en pauses chantantes
dans le sein de leurs vasques.

 

Toute angoisse n’est qu’un commencement ;
mais la terre est illimitée,
et la peur n’en est que le geste
et le désir en est le sens.

 

Rainer Maria Rilke