mpt2003

Sesso: F - Età: 54
Città: Casamia - Provincia: Stato Estero
Regione: Stato Estero - Nazione: Italia
 

Mi descrivo

se descrivi dai già agli altri una chiave di lettura....se non la dai .......gli altri possono leggere da soli.....liberi da condizionamenti.........
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

la vita 
il mare d'inverno 
essere amata 
 

Tre cose che odio

essere presa in giro 
chi mi inganna 
non essere capita 
 

Dettagli

Nessun dettaglio
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

 
Tutte

Se tutte le donne andassero a scuola. Se tutte le donne si laureassero. Se tutte le donne smettessero di guardare i programmi televisivi dove le donne sono svilite. Se tutte le donne non comprassero più i prodotti che fanno pubblicità usando il corpo delle donne. Se tutte le donne imparassero a usare i contraccettivi. Se tutte le donne denunciassero ogni violenza subita. Se tutte le donne votassero solo le donne. Se tutte le donne pretendessero dai mariti una divisione equa dei compiti familiari. Se tutte le donne lavorassero. Se tutte le donne che lavorano chiedessero di essere pagate di più. Se tutte le donne imparassero una lingua straniera. Se tutte le donne spiegassero alle figlie come funziona il loro corpo. Se tutte le donne insegnassero ai figli come si stira una camicia. Se tutte le donne imparassero a usare il computer. Se tutte le donne aiutassero le altre donne. Se tutte le donne si organizzassero. Se tutte le donne facessero sentire la loro voce. Se tutte le donne sapessero il potere che hanno.
Giovanni De Mauro

 
 
 

 

 

"Non si tratta di voler essere diverse. Siamo diverse. Non abbiamo un passato di tradizione e di successo come gli uomini. Veniamo ex novo sulla scena del mondo. Perchè continuare a confrontarsi con gli uomini? A vederli come modelli? A loro possiamo riconoscere che sono riusciti a costruire la società di oggi, con i suoi grandi meriti e i suoi grandi difetti: tra questi l'aver favorito la competitività, l'ambizione e l'aver tollerato l'inumanità dell'uomo verso l'uomo e la crudeltà nei confronti dei suoi più semplici e innocenti compagni di strada. Dobbiamo riconoscergli anche i caratteri positivi che lo portano al successo, esplicati in ogni campo dello scibile umano. Ma nella donna ci sono attitudini e qualità che possono essere estramamente importanti nel rendere possibile la sopravvivenza della specie oggi così minacciata. Va cercata quindi una via diversa che si muova da un principio etico-sociale.
Alla ricerca non dell'affermazione di sé, ma della comprensione del mondo che ci circonda."

Rita Levi-Montalcini, La clessidra della vita