mimosa_57

 Sesso: F    Età: 62    Città: Macondo    Prov: Stato Estero    Reg: Stato Estero    Naz: Colombia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

Contatore



 

Nota

Alcune delle immagini e dei testi di questo profilo provengono dal web. Saranno immediatamente rimossi a semplice richiesta dell'autore.
 

Mi descrivo

l'elogio della normalità
 

Spazio amici

Vieni a fare parte del mio spazio amici!
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

i sogni 
i bambini 
l'onestà 
 

Tre cose che odio

la falsità 
la violenza 
i preconcetti 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Inglese
Francese

I miei interessi

leggere
giardinaggio
Internet

Gli sport preferiti

nuoto
canottaggio
sci
 

Gen. musicale

pop
rock

La vacanza OK

mare, sole e spiagge incontaminate!

La vacanza KO

campeggio
 

La meta dei miei sogni

Atolli del Pacifico
Australia e Nuova Zelanda

Occupazione

impiegato/a

Stato civile

coniugato/a con figli
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

Links preferiti

Non scordiamoci mai che siamo stati bambini.
Conoscerli e amarli ci fa ritrovare noi stessi
 
"Il bambino - è fatto di cento. - Il bambino ha cento lingue - cento mani - cento pensieri - cento modi di pensare - di giocare e di parlare - cento sempre cento - modi di ascoltare - di stupire di amare - cento allegrie - per cantare e capire - cento mondi - da scoprire - cento mondi - da inventare - cento mondi - da sognare. Il bambino ha cento lingue - (e poi cento cento cento) - ma gliene rubano novantanove. - La scuola e la cultura - gli separano la testa dal corpo. - Gli dicono: - di pensare senza mani - di fare senza testa - di ascoltare e di non parlare - di capire senza allegrie - di amare e di stupirsi - solo a Pasqua e a Natale. - Gli dicono: - di scoprire il mondo che già c'è - e di cento - gliene rubano novantanove. - Gli dicono: - che il gioco e il lavoro - la realtà e la fantasia - la scienza e l'immaginazione - il cielo e la terra - la ragione e il sogno - sono cose - che non stanno insieme. - Gli dicono insomma - che il cento non c'è - . Il bambino dice: - invece il cento c'è."
Loris Malaguzzi
 

la magia di Avalon




Ci sono momenti
in cui il tempo
manca un battito,
e si sta fermi tra le esistenze,
sulle soglie fra i mondi....


 

corsi e ricorsi storici

A proposito di Cesare:

“La moltitudine ignorante se l'era conquistata coi doni, le costruzioni, le elargizioni di viveri e banchetti. I suoi li aveva acquistati con premi, gli avversari con manifestazioni di clemenza, insomma aveva dato ad una città, ch'era stata libera, l'abitudine di servire, in parte per timore, in parte per rassegnazione…”
Marco Tullio Cicerone

Sopportava malissimo il difetto della calvizie per la quale spesso fu offeso e deriso. Per questo si era abituato a tirare giù dalla cima del capo i pochi capelli…
Gaio Svetonio Tranquillo
 

De Civitate Dei

"Remota itaque iustitia quid sunt regna nisi magna latrocinia?"

(Se togliamo il fondamento della giustizia, che cosa sono gli stati se non delle grandi associazioni a delinquere?)

Sant'Agostino (De civitate Dei 4,IV - 412 d.C.)
 

un giorno di festa per celebrare.....


 

..........gli altri 364