megaride0

 Sesso: F    Età: 40    Città: Napoli    Prov: Napoli    Reg: Campania    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

ricomincio da tre

"MARTA - Quando c'è l'amore c'è tutto!
GAETANO - No, chella, è a salute."

 

Fera di Zurigo

 

troisi - daniele

 
 

Mi descrivo

"Quando al risveglio si ha la luna per traverso è inevitabile che si approdi a qualche atroce scoperta, anche solamente osservandosi." (Emil Cioran)
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

Napoli 
La calma 
I vizi 
 

Tre cose che odio

Quelli che urlano 
Chi intralcia 
La finta umiltà 
 

Dettagli

Gen. musicale

blues

Gen. cinematografico

commedia all'italiana
azione e avventura

Letture preferite

classici
gialli
 

Mi piace la cucina

regionale italiana in generale
francese

La vacanza OK

prendo la macchina (la moto) e parto

La vacanza KO

campeggio
 

La meta dei miei sogni

India
Sudafrica
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

Contatore



 

a' livella

 

napoli centro antico

 
VICO NAPULITANO

E' sarracena 'sta strada 'nfosa,
'na fila 'e vascie, nu vico chiuso,
so' gocce 'e chianto sti panne spase,
na stanza pare ch'è nu pertuso.

Fenesta vascia cu' na Maria,
ca me faceva sunna' l'ammore,
t'hanno 'nzerrata cu' na buscia
d''o terramoto ch'è senza core.

Chesta canzone, canzone amara,
porta 'int''e nnote cchiu' 'e nu dulore
quanno se perde na cosa cara
se po' asci' pazzo, ce sta' chi more.

Na mana sfila 'int''a sacca onesta
na vocca strilla 'nfaccia 'e prumesse
e' sulo 'arraggia chella che resta
quanno nu popolo e' cuoppo allesse.

'O vico ajere nun era santo
si l'attuccava te deve 'a mano
ce steve 'a risa, ce steve 'o chianto,
era nu vico napulitano.

 

CASTELLAMMARE DI STABIA



"CASTIELLAMMARE"

Se contano stasera 'e stelle 'ncielo
ma so' migliare 'e lluce 'mmiez''o mare
nun se danno cchiu' 'a voce 'e marenare
chisà pecchè, chisà qual'è 'o mistero...

Na vota se redeva 'ncopp''all'onna
ogge sta ggente tene 'a faccia scura
l'unica luce è l'acqua d''a Madonna
e po' che resta? L'ombra d''a paura!

Nun sona cchiù 'a sirena 'int''e cantiere
nun scenneno cchiù 'nfunno 'e palummare
chiagneno 'e rrezze, fioche so' e' lampare,
ricco è sultanto 'o funno 'e nu bicchiere...

Pero' Castiellammare è nu splennore
l'avite vista maje chesta scugliera?
me pare cchiù lucente quanno è sera
'a guardo e sento palpita' stu core.

E' bella pure cu' sta faccia scura
ma nun dicite ch'è na perla nera
riturnarrà, chest'anema ce spera,
chella 'e na vota senza cchiù paura
.

 

san gennaro

  
 

a' maronn e l'arco

 

POZZANO - AMALFI - CAPRI

 

l'ombra delle vele, scampia

... I' nun saccio niente
e niente cchiù aggia sapè'
e po' nun me purtate abbascio
addò se perde pure 'a faccia

I' nun vaco niente
è già assaje che penzo a me
e nun m'a faccio cu nisciuno
e ghià nun me spugliate annuro
'A sera mammema m'aspetta
nun dorme si nun sto int'o lietto...

O'Tiempo Vola - Pino Daniele

 

ce sta chi ce penza




Ma che puzza dinto a 'stu vico
Comme fa' 'a gente a campà'
Cu 'sta puzza sotto 'o naso
Ca nun se po' cchiù suppurtà'
Mo' chiamammo a quaccheduno; ccà quaccosa
s'adda fa'
Simmo sciemë o poco buonë
Forze è chesta 'a verità
E s'è rotta 'a sajettera
'A gente scrive 'e nummarielle
Ma qua' nummere e 'a culonna
Ce vo' l'aiuto d'à Maronna
Chi ce 'o dice a S. Gennaro
Ma 'a fernimmo cu' 'sta storia
Ccà scarzeano 'e denare e s'adda campà'
E' passata 'a prucessione
Pure chesta è tradizione
Se ne cadeno 'e palazze e a nuje ce abbrucia 'o
mazzo
'A città è cchiù pulita ma ognuno mette 'o dito
E nce vo' mangnà'
Ma nun dà retta, ce sta chi ce penza
'Mmiezo a 'sta gente ce sta chi ce penza
E l'America è arrivata
Nce ha purtato tanti cose
So' tant'anne e tanta storia
E nun se ne và
S'è pigliato 'e meglio posti'e chesta città
Mentre nuje jettammo 'o sang'
Dinto 'e quartieri 'a Sanità

 

"Io nun l’aggio viste
ma m’hanno ritte ca erano ‘nziste
Songo pezziente e nun so’ cammurriste
e ‘ntiempo e guerra a famma è assaje cchiù triste
Ma nziem a loro napule resiste"

''So 'e guagliune e napule song' e scugnizz''

"O quarantatrè
tutte e sere sparano e botte
Ma chesta vota nunn’è piererotta
e ‘nmiezo o fuoco e ‘e lampe de scuppette
Se vede nu scugnizzo ca cumbatte"

"Pure dint’ o mercato
nu scugnizziello ‘nterra ce restato
Chi o ssape quà carogna l’ha sparato
na vecchia o guarda e dice "quann’è bello"
Me pare tale e quale a masaniello"

24 GRANA - Scugnizzi -