mariopalmieri.mp

 Sesso: M    Età: 59    Città: Roma    Prov: Roma    Reg: Lazio    Naz: Italia
 

Mi descrivo

scrittore, pensatore, amante dell'arte, attore, organizzatore di eventi, regista
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

amore 
amicizia 
arte 
 

Tre cose che odio

superficialità 
ignoranza 
narcisismo 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Inglese
Spagnolo
non definito

I miei interessi

scrivere
cinema
teatro

Gli sport preferiti

calcio_e_calcetto
rugby
tennis
 

Gen. musicale

celtica
blues

Gen. cinematografico

cult movies
fantascienza

Letture preferite

classici
narrativa
 

Mi piace la cucina

regionale italiana in generale
cinese

La vacanza OK

città d'arte

La vacanza KO

villaggio turistico
 

La meta dei miei sogni

Irlanda e Scozia
Spagna e Portogallo

Occupazione

non definito

Stato civile

nubile/celibe
 

Il mio film preferito

settimo sigillo
 

Il mio libro preferito

moby dick
 

I miei pregi

sensibiltà comunicatività creatività
 

I miei difetti

ira pigrizia umoralità
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

FOTO spettacolo teatrale via ponte di nona- Roma

 

Foto "Poeti da Morire"Tarquinia

 

CALENDARIO INIZIATIVE 2008

Giovedì 24 luglio 2008

ore 21.30

Titolo: "Don't War...be Happy"

(la guerra di Troia ,metafora di tutte le guerre possibili,passate ,presenti e future e specchio degli interrogativi dell'uomo del nostro tempo)

Testi di :
Chiara Alivernini

Interpreti :
Francesca Cataldo
Mario Palmieri

TEATRO DI PAGLIA
ALLA CITTA’ DELL’ALTRA ECONOMIA
www.myspace.com/teatrodipaglia
www.ilnaufragarmedolce.it
www.cittadellatraeconomia.org

TEATRO DI PAGLIA
CITTA’ DELL’ALTRA ECONOMIA
Campo Boario dell'ex Mattatoio, Testaccio – ROMA
(da Piazza Giustiniani seguire le indicazioni per CAE)
Come arrivare: METRO B Piramide oppure linea 3 e 75

Direzione Artistica: Chiara Casarico, il NaufragarMèDolce
info: 331 6175118

 

C.Bukowski


Sai com'è: sono qui ubriaco ancora
una volta
e ascolto Chajkovskij
alla radio.
Gesù, lo sentivo 47 anni
fa
quando ero uno scrittore morto di fame
ed eccolo qui
di nuovo
ora io sono uno scrittore con un po'
di successo
e la morte va
su e giù
per questa stanza
e si fuma i miei sigari
beve qualche sorso del mio
vino
mentre il vecchio Pietro continua a darci dentro
con la sua "Patetica",
ho fatto un bel pezzo di strada
e se ho avuto fortuna è
perché ho tirato bene
i dadi:
ho fatto la fame per l'arte, ho fatto la fame per
riuscire a guadagnare 5 dannati minuti, 5 ore,
5 giorni -
volevo soltanto buttare giù qualche
frase,
il successo, il denaro non importavano:
io volevo scrivere
e loro volevano che stessi alla pressa meccanica,
in fabbrica alla catena di montaggio
volevano che facessi il fattorino in un
grande magazzino.
be', dice la morte, passandomi accanto,
ti prenderò comunque,
non importa quello che sei stato:
scrittore, tassista, pappone, macellaio,
paracadutista acrobatico, io ti
prenderò...
okay, baby, le dico io.
adesso ci beviamo qualcosa insieme
mentre l'una di notte diventano
le 2
e lei solo sa
quando verrà il
momento, ma oggi sono
riuscito a fregarla: mi sono preso
altri 5 dannati minuti
e molto di
più.

 

 

"Altro tempo ci chiama"

Posa

anima stanca

le parole.

Lascia

che quieti ragni

intessano

arabeschi

di silenzio

tra le tue corde

mute ora.

Altro tempo ci chiama .

Tempo di partenze .

Altra terra

canta e profuma

al chiaro profondo

degli occhi.

Di noi

non di dolore ancora

sapranno

gli inquieti sogni.

Noi

già oltre .

Noi

già battito

d'ombra

al trepido notturno

della sera.

Mario Palmieri

 

Tom Waits

Lei sta appoggiata alla cassa
Con spatola e grembiule
Le consegne di ieri
E i biglietti per il ballo
È un tumiturbi ambulante
Dalla testa ai piedi
Ma è solo un invito al blues

A te sembra di essere Cagney
E lei Rita Hayworth
Alla cassa del Schwad's
Ti chiedi se non ha nessuno
E una solitaria, non le va di farsi notare
Ci vogliono pazienza e più indizi

Ti chiede commèchelevuoi
Ben cotte o strapazzate
Comunque sia l'unica via
È stare attenti a non puntare
Su un tipo con la valigia

E un biglietto per partire
È una stanca stazione di bus
E un paio di scarpe vecchie
Nient'altro che
Un invito al blues

 

Tom waits

Se vuoi dei soldi in tasca
E un cilindro in testa
Un pasto caldo sul tavolo
E una coperta sul tuo letto
Be' oggi sono cieli grigi
Domani lacrime
Dovrai aspettare finché ieri arriverà
Me ne vado a New York
Parto con il treno
E se tu vuoi restare
Ad aspettare il mio ritorno
Be' oggi sono cieli grigi
Domani lacrime
Dovrai aspettare finché ieri arriverà
Se vuoi andare
Dove finisce l'arcobaleno
Dovrai dire addio
Tutti i nostri sogni si avverano
Bimba, in quella direzione
I tuoi ricordi sono tutti là fuori
Di fronte a me la strada
E una luna che brilla
Voglio che ricordi
Mentre stanotte me ne vado
Che oggi sono cieli grigi
Domani lacrime
Dovrai aspettare finché ieri arriverà