lady_violablu

 Sesso: F    Età: 108    Città: ASTANA    Prov: Stato Estero    Reg: Stato Estero    Naz:
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

SE L'ARIA MI RACCONTASSE DI TE

Se l’aria mi raccontasse di te,

 vorrei perdermi per sempre nel vento,

 lì ascolterei le tue parole

 e i tuoi sospiri,

 lì sarei vicino alla tua anima

e al calore del tuo cuore.
(Eugenio Montale).

Sarò albero, se tu ne sei il fiore.

Se rugiada sei tu, sarò io fiore.

Io rugiada, se tu raggio di sole…

Perché unirsi a te il mio essere vuole.

 SÁNDOR PETOFI

 

Mi descrivo

"Io amo la semplicità che si accompagna all'umiltà.Mi piace la gente che sa ascoltare,il vento sulla pelle,,sentire gli odori delle cose,catturarne l'anima.Perchè lì c'è verità,lì c'è dolcezza,lì c'è sensibilità,lì c'è ancora amore".Alda Merini....ed è quello che piace anche a me.
 

Spazio amici

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

l'eleganza,la classe,la gentilezza 
poesie e canzoni di L.Cohen 
immergermi nella natura 
 

Tre cose che odio

i pregiudizi e i preconcetti 
chi si fa gratuitamente i fatti degli altri 
ogni forma di violenza 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Inglese
Francese
Russo

I miei interessi

arte
cinema
cucina

Gli sport preferiti

jogging
tennis
 

Gen. musicale

pop
disco 70-80

Gen. cinematografico

drammatico
cult movies

Letture preferite

diari di viaggio
narrativa
 

Mi piace la cucina

alta cucina
cucina etnica in generale

La vacanza OK

città d'arte

La vacanza KO

pellegrinaggio
 

La meta dei miei sogni

Australia e Nuova Zelanda
Stati Uniti

Occupazione

non definito

Stato civile

convivente
 

Il mio film preferito

....più di uno
 

Il mio libro preferito

.....molti
 

I miei pregi

......pochi
 

I miei difetti

.....tanti
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

NOTTE DI LUNA

 

Notte di luna,
come un viandante
passi dall’altra parte del mare
con la tua pallida lanterna oscillante.
Io sono uno straniero,
solitario e distratto;
sul balcone lontano
così tu mi incanti,
e porti via il mio cuore.

Le nuvole tramano
per fare prigioniera la luna:
la luna suona la conchiglia magica.
Al suono incantato svaniscono le tenebre;
le nuvole navigano bianche
come schiuma al chiaro di luna.

Il flauto magico canta
le meraviglie della primavera,
le sue modulazioni
si levano in aria
portate dal vento.

Giovane viaggiatore,
dimentica le stanchezze del viaggio,
procedi con coraggio!
Non spegnere nell’anima
la luce del tuo cammino.

Tratto da:
Tagore, Rabindranath, Scintille.

 

IL VERO AMORE NON LASCIA TRACCE


Come la bruma non lascia sfregi
Sul verde cupo della collina
Così il mio corpo non lascia sfregi
Su di te e non lo farà mai

Oltre le finestre nel buio
I bambini vengono, i bambini vanno
Come frecce senza bersaglio
Come manette fatte di neve

Il vero amore non lascia tracce                                                           
Se tu e io siamo una cosa sola                   
Si perde nei nostri abbracci
Come stelle contro il sole
Come una foglia cadente può restare
Un momento nell'aria
Così come la tua testa sul mio petto
Così la mia mano sui tuoi capelli

E molte notti resistono
Senza una luna, senza una stella
Così resisteremo noi
Quando uno dei due sarà via, lontano

~ Leonard Cohen



 

LA POESIA CHE NON HO SCRITTO

Ecco la poesia che volevo scrivere
prima, ma non l’ho scritta
perché ti ho sentita muoverti.
Stavo ripensando
a quella prima mattina a Zurigo.
Quando ci siamo svegliati prima dell’alba.
Per un attimo disorientati. Ma poi siamo
usciti sul balcone che dominava
il fiume e la città vecchia.
E siamo rimasti lì senza parlare.
Nudi. A osservare il cielo schiarirsi.
Così felici ed emozionati. Come se
fossimo stati messi lì
proprio in quel momento.(C.R.)

(Thanks Ch..I miss u....kisses!)

Ti ho lanciato uno sguardo
E un tuo sguardo mi è sfrecciato in fronte
Ti ho spedito un sorriso
E un altro sorriso ha decollato dalle tue labbra.
Ormai il gioco è iniziato
E non possiamo ritirarci
Abbiamo imboccato questo sentiero
E dobbiamo andare fino in fondo
Perchè è troppo tardi
Per i ripensamenti,i rimpianti,
Le indecisioni,è troppo tardi
Abbiamo imboccato un cammino
Senza ritorno:
Non ci resta che andare avanti
Senza voltarci indietro
Il mio passo si accorda col tuo,
La tua andatura si modella sulla mia,
I miei discorsi seguono il ritmo dei tuoi
Le tue parole fanno coro alle mie,
Siamo troppo uniti
Per poterci dividere,
Abbiamo fatto troppa strada insieme
Per poterci fermare:
Arrivati a questo punto
Dobbiamo continuare fino in fondo
Fino in fondo,fino in fondo.
I nostri sentieri sono troppo annodati
Per poterli slegare
Non si possono distinguere
le tue impronte dalle mie
Perchè è troppo tardi per separarci,
Troppo tardi per dividerci
E dobbiamo continuare fino in fondo.

j.morrison

 

ODE AL GIORNO FELICE

Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all’ultimo profondo angolo del cuore,
camminando, dormendo o scrivendo.
Che posso farci, sono felice.
Sono più sterminato dell’erba nelle praterie,
sento la pelle come un albero raggrinzito,
e l’acqua sotto, gli uccelli in cima,
il mare come un anello intorno alla mia vita,
fatta di pane e pietra la terra
l’aria canta come una chitarra.
Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,
tu canti e sei canto,
il mondo è oggi la mia anima
canto e sabbia,
il mondo oggi è la tua bocca,
lasciami essere felice sulla tua bocca e sulla sabbia,
si, essere felice perché respiro
e perché respiri,
essere felice perché tocco il tuo ginocchio
ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo
e la sua freschezza.
Oggi lasciate che sia felice,
io e basta,
con o senza tutti,
essere felice con l’erba e la sabbia
essere felice con l’aria e la terra,
essere felice con te, con la tua bocca,
essere felice.
Pablo Neruda

 

desiderio

Solo il tuo cuore ardente
e niente più.
Il mio paradiso un campo
senza usignolo né lire,
con un fiume discreto
e una fontanella.
Senza lo sprone del vento
sopra le fronde
né la stella che vuole
essere foglia.
Una grandissima luce
che fosse lucciola
di un'altra,
in un campo di
sguardi viziosi.
Un riposo chiaro
e lì i nostri baci,
nèi sonori dell'eco,
si aprirebbero molto lontano.
Il tuo cuore ardente,
niente più.

~ Garcia Lorca ~

"Due persone possono andare d'accordissimo, parlare di tutto ed essere vicine. Ma le loro anime sono come fiori, ciascuno ha la sua radice in un determinato posto e nessuno può avvicinarsi troppo all'altro senza abbandonare la sua radice, cosa peraltro impossibile. I fiori effondano il loro profumo e spargono il loro seme perché vorrebbero avvicinarsi, ma il fiore non può fare niente perché il seme giunga nel posto giusto; tocca al vento che va e viene come vuole."Hermann Hesse

 

DUE AMANTI FELICI


Due amanti felici fanno un solo pane,
una sola goccia di luna nell'erba,
lascian camminando due ombre che s'unisco,
lasciano un solo sole vuoto in un letto.

Di tutte le verità scelsero il giorno:
non s'uccisero con fili, ma con un aroma
e non spezzarono la pace né le parole.
E' la felicità una torre trasparente.

L'aria, il vino vanno coi due amanti,
gli regala la notte i suoi petali felici,
hanno diritto a tutti i garofani.

Due amanti felici non hanno fine né morte,
nascono e muoiono più volte vivendo,
hanno l'eternità della natura

Pablo Neruda

 

SE DEVI AMARMI

 

Se devi amarmi, per null'altro sia
se non che per amore; non dire mai:
"L'amo per il sorriso, per lo sguardo,
la gentilezza del parlare, il modo
di pensare conforme al mio,
che mi rese sereno un giorno". Queste
son tutte cose che posson mutare,
Amato, in sé o per te,  un amore
così sorto potrebbe poi morire.
E non amarmi per pietà di lacrime
che bagnino il mio volto. Può scordare
il pianto chi ebbe a lungo il tuo conforto,
e perderti. Soltanto per amore
amami - e sempre, per l'eternità.

Tratta da "Sonetti dal portoghese" (1847)

(Elizabeth Barrett Browning)


Mi sono innamorata
delle mie stesse ali d'angelo,
delle mie nari che succhiano la notte,
mi sono innamorata di me
e dei miei tormenti.
Un erpice che scava dentro le cose,
o forse fatto donzella
ho perso le mie sembianze.
Come sei nudo, amore,
nudo e senza difesa:
io sono la vera cetra
che ti colpisce nel petto
e ti dà larga resa.

Alda Merini

 

IL PASSATO

Spesso ripeto sottovoce
che si deve vivere di ricordi solo
quando mi sono rimasti pochi giorni.
Quello che e’ passato
e’ come se non ci fosse mai stato.
Il passato e’ un laccio che
stringe la gola alla mia mente
e toglie energie per affrontare il mio presente.
 Il passato e’ solo fumo
di chi non ha vissuto.
Quello che ho gia’ visto
non conta piu’ niente.
Il passato ed il futuro
non sono realta’ ma solo effimere illusioni.
Devo liberarmi del tempo
e vivere il presente giacche’ non esiste altro tempo
che questo meraviglioso istante.
alda merini

Dammi mille baci e poi cento,

e poi altri mille e altri cento,

e poi ancora una volta mille, e poi cento.

E quando saremo arrivati

a molte migliaia,

li mescoleremo tutti per non sapere il conto

o perché qualcuno maligno

non provi invidia per noi

sapendo il numero esatto dei baci.

Catullo


 

UN AMICO

Cos'è per te un amico,
 Perché tu debba cercarlo
 Per ammazzare il tempo?
 Cercalo sempre per vivere il tempo.
 Deve colmare infatti le tue necessità,
 non il tuo vuoto.
 E nella dolcezza dell'amicizia
 Ci siano risate,
 E condivisione di momenti gioiosi.
 Poiché nella rugiada
 delle piccole cose
 Il cuore trova il suo mattino
 E si rinfresca.

Khalil Gibran


Se noi non avessimo amato,

Chi sa se quel narciso avrebbe attratto l'ape

Nel suo grembo dorato,

Se quella pianta di rose avrebbe ornato

Di lampade rosse i suoi rami!

Io credo non spunterebbe una foglia

In primavera, non fosse per le labbra degli amanti

Che baciano. Non fosse per le labbra dei poeti

Che cantano.

 

(Oscar Wilde)

 

nessuno è diverso


LA SINDROME DI DOWN NON E' UNA MALATTIA.
LE PERSONE CON LA SINDROME DI DOWN NON CERCANO UNA MEDICINA, VOGLIONO SOLO ESSERE TRATTATE COME GLI ALTRI !!!
IL 93% DEI CONTATTI NON COPIERA' QUESTO MESSAGGIO....
SPERO CHE TU CHE STAI LEGGENDO ORA VOGLIA FAR PARTE DEL RESTANTE 7% CHE METTERA' QUESTO MESSAGGIO NELLA SUA PAGINA ..GRAZIE...!

 

MI PIACI SILENZIOSA

Mi piaci silenziosa, perchè sei come assente,
mi senti da lontano e la mia voce non ti tocca.
Par quasi che i tuoi occhi siano volati via
ed è come se un bacio ti chiudesse la bocca.

Tutte le cose sono colme della mia anima
 e tu da loro emergi, colma d’anima mia.
 Farfalla di sogno, assomigli alla mia anima
 ed assomigli alla parola malinconia.
 
Mi piaci silenziosa, quando sembri distante.
 E sembri lamentarti, tubante farfalla.
 E mi senti da lontano e la mia voce non ti arriva:
 lascia che il tuo silenzio sia il mio silenzio stesso.
 
Lascia che il tuo silenzio sia anche il mio parlarti,
 lucido come fiamma, semplice come anello.
 Tu sei come la notte, taciturna e stellata.
 Di stella è il tuo silenzio, così lontano e semplice.
 
Pablo Neruda (1904 – 1973)

 

DOPO UN PO'IMPARI CHE...

Dopo un po' impari la sottile differenza
tra tenere una mano e incatenare un'anima.
E impari che l'amore non è appoggiarsi a qualcuno
e la compagnia non è sicurezza.
E inizi a imparare che i baci non sono contratti
e i doni non sono promesse.
E incominci ad accettare le tue sconfitte a testa alta
e con gli occhi aperti con la grazia di un adulto
non con il dolore di un bimbo.
Ed impari a costruire tutte le strade oggi
perché il terreno di domani è troppo incerto
per fare piani. Dopo un po' impari che il sole scotta,
se ne prendi troppo.
Perciò pianti il tuo giardino e decori la tua anima,
invece di aspettare che qualcuno ti porti i fiori.
E impari che puoi davvero sopportare,
che sei davvero forte, e che vali davvero.

 

UN DONO

Un Dono

Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.
Scopri l'amore,
e fallo conoscere al mondo
           Mahatma Gandhi

 

I FIGLI

I vostri figli non sono figli vostri.
Sono figli e figlie della sete che la vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,
E benché vivano con voi non vi appartengono.

Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri:
Essi hanno i loro pensieri.
Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime:
Esse abitano la casa del domani,
Che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.
Potete tentare di essere simili a loro,
Ma non farli simili a voi:
La vita procede e non s'attarda sul passato.

Voi siete gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.
L'arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito,
E vi tende con forza affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell'arciere;
Poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell'arco

Kahlil Gibran

 

TUTTO QUELLO CHE ACCADE

"Tutto quello che accade,accade per una ragione"
Tu non devi seguire nessuno.
Certo, devi comprendere, ascoltare, imparare, restare aperto,
 ma segui solo la tua spontaneità interiore.
 Segui il tuo essere. E aiuta la gente a essere sè stessa.
 Nello stesso modo in cui, nel mio giardino, io aiuto le mie rose a esser rose,
 e i fior di loto a essere fiori di loto.
 Io non cerco di far diventare la rosa un fiore di loto,
 il mondo è ricco perchè c'è varietà.
 Sarebbe orribile se crescessero solo rose...
 esistono migliaia di fiori, e il mondo è meraviglioso.
 Allo stesso modo, ogni persona deve essere autenticamente se stessa,
 totalmente e unicamente se stessa."
 
(OSHO)

 

DIMENTICO

Dimentico ,sempre dimentico
che non ho ali per volare
e ogni notte
sfioro nei miei sogni
i gradini
della scala della vita.
Che importa
se non ho ali per volare!
Come vento
che ha un corpo
scosto
i fili d'erba
del prato,
come brezza
che ha mani colgo
i fiori nel campo,
come vento del sud
do calore
a chi ha tanto freddo
nell'anima

Rabindranath Tagore

Vi auguro sogni
a non finire
la voglia furiosa
di realizzarne qualcuno
vi au
guro di amare
ciò che si deve amare
e di dimenticare
ciò che si deve dimenticare
vi auguro passioni
vi auguro silenzi
vi auguro il canto degli uccelli
al risveglio
e risate di bambini
vi auguro di resistere
all’affondamento,
all’indifferenza,
alle virtù negative
della nostra epoca.
Vi auguro soprattutto
di essere voi stessi.

JACQUES BREL