fiorello64

 Sesso: M    Età: 54    Città: Brescia    Prov: Brescia    Reg: Lombardia    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

Contatore



 

Links preferiti

Nessun link!
 

Mi descrivo

...lascia vivere e vivi... ...la musica è vita...la vita è musica...
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

amo e non odio 
 
 
 

Tre cose che odio

non odio ma amo 
 
 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Francese

I miei interessi

canto
musica(ascoltare)
balli_da_sala

Gli sport preferiti

paracadutismo
rugby
sci
 

Gen. musicale

disco 70-80
pop

Gen. cinematografico

horror
gialli

Letture preferite

psicologia e sociologia
 

Mi piace la cucina

tradizionale

La vacanza OK

avventura

La vacanza KO

tour organizzato
 

La meta dei miei sogni

Nepal
Sudafrica

Occupazione

dirigente

Stato civile

libero/a
 

Il mio film preferito

balla coi lupi - ghost - il Corvo -
 

Il mio libro preferito

psicologia
 

I miei pregi

come tutti
 

I miei difetti

come tutti
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

poesia 1

Corona di rose che cinge il tuo petto al pari di pensieri d'amore
che investono l'anima accompagnati da sussulti che spezzano violenti
il respiro che d'affanno s'adopera a seguire il battito del tuo cuore
di mille gioie complici che incessanti aspiran a te fino alla fine dei tempi.

Come brillan sottili petali di fiori sotto i baci del sole splendente nei cieli,
la luce radiosa dell'angelica tua apparizione l'anima mia sgrida dannata
che a tal vista ha osato intrecciar divine visioni con umani pensieri
che un cor devoto sospirante assurge in ogni istante per la sua adorata.

 

poesia 2

Volteggia la rosa al solletico del canto del vento odoroso
che a primavera sussurra del cor mio affranto le note d'amor
che crudeli non san pronunziare l'ardente desiderio agl'occhi tuoi sposo,
sfere rifulgenti del soffio di una stella e di focoso candor.

Danzan le gote tue rosee sfiorate dalla dolce melodia impetuosa
che suona infinita nella mente mia indegna di proferir
sentenza alcuna su quanto assai grave confonder sia la giocosa
carezza della luce dello sguardo tuo col sol che al tramonto s'avvia a perir.