fiorella.maldotti

 Sesso: F    Età: 46    Città: Casalmaggiore    Prov: Cremona    Reg: Lombardia    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

antoniobigliardi@libero.it

 

l'arte di conoscersi

Non fidatevi degli uomini,

non estraneatevi dal loro mondo,

perché Dio manifesta la sua Grandezza alla fine

e questo è il motivo che ci spinge ad amare.

Jacques Abbadie - Rotterdam 1692

 

profezie e dintorni

Scrutare attentamente se stessi vuol dire scrutare l’immensamente grande per poter così penetrare nei segreti nascosti all’intelligenza pigra, incapace di auto illuminarsi, di auto realizzarsi ed essere l’uno con il tutto, il piccolo con il grande, una goccia d’acqua con l’oceano, un granello di sabbia con il deserto.
 

Mi descrivo

Adoro Russel Crowe nella citazione da "Quel treno per Yuma": La mia ragazza ha gli occhi verdi il loro colore cambia mentre mi guarda.
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

gare di vela 
operazioni di salvataggio 
dolomiti 
 

Tre cose che odio

PIANURA 
LUMACHE 
UN CONCETTO SENZA STRATI 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Francese
Greco

I miei interessi

giardinaggio
fotografia
musica(suonare)

Gli sport preferiti

jogging
vela
automobilismo
 

Gen. musicale

progressive rock
world fusion

Gen. cinematografico

azione e avventura
film muto

Letture preferite

romanzi di formazione
biografici
 

Mi piace la cucina

tradizionale
toscana

La vacanza OK

montagna

La vacanza KO

città d'arte
 

La meta dei miei sogni

Estremo Oriente
Stati Uniti

Occupazione

professionista
 

Il mio film preferito

sahara
 

Il mio libro preferito

terapia con i fiori di Bach
 

I miei pregi

ragionare sulla fine
 

I miei difetti

tiro libero
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

IL CANTICO DEI CANTICI

LUI

Amica mia,

 sei come una puledra

che fa impazzire i cavalli del faraone!

come son belle le tue guance, tra le trecce,

come è bello il tuo collo ornato di perle!

ti faremo una collana d'oro,

con ornamenti di argento.

 

IO SONO


MI CHIAMO FIORELLA

VIVO SUL FIUME PO, CONOSCO TUTTI GLI ANGOLI DI QUESTO PARADISO DI ACQUE E TERRA, LA MIA VITA SCORRE LENTA, LA MIA EVOLUZIONE E' SEMPLICE. HO AMICI IN TUTTI I LUOGHI. SCOPRO ORA DI AVERE ANCHE VOI PER COMPAGNI DI VIAGGIO, IN QUESTO TEMPO DI CAMBIAMENTO E DI IMMEDIATA INTESA, LE MIE PAURE  USCIRANNO DAL LORO RIFUGIO, VI PRESENTERO' SE POSSO, I TRAGUARDI CON CUI LE HO ABBATTUTE, SE NON POSSO VI RACCONTERO' LA TRAMA DEGLI INCUBI CHE INCATENANO I SOGNI AL CUORE...PARLIAMONE ALLORA!

 

IL PAZIENTE INGLESE ( MINGHELLA)

Siamo alla fine della Seconda guerra mondiale. Il conte ungherese László Almásy (Ralph Fiennes) non ha più un viso da quando il suo aereo è precipitato nel deserto e tutto il suo corpo si è trasformato in una gigantesca piaga. Hana è una giovane infermiera canadese, ha perso in guerra il suo fidanzato e la sua migliore amica in seguito ad un incidente nel convoglio su cui viaggiavano, In questa casa si prenderà cura dell'uomo sconosciuto che lei chiama paziente inglese, tra le altre cose Hana legge quotidianamente al paziente un libro a cui lui sembra tenere più di ogni altra cosa. Leggendo le storie di Erodoto Hana comincia ad essere attratta dal paziente e dai suoi misteri e nel frattempo sono proprio queste letture che riportano il paziente indietro nel tempo, a continui, piacevoli ma anche dolorosi, flashback; lo riportano soprattutto al periodo prima della guerra, quando nel deserto del Nord Africa aveva conosciuto l'amata Katherine (Kristin Scott Thomas).