elettra.em

 Sesso: F    Età: 42    Città: Booklandia    Prov: Frosinone    Reg: Lazio    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

SIAMO IN

web tracker
 

Mi descrivo

Si volta pagina...non chiedete di essere inseriti nel mio spazio amici solo per avere un nome in più nel vostro spazio. Per me AMICIZIA non vuol dire essere un numero, quindi non perdete tempo.
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

leggere 
ascoltare musica 
 
 

Tre cose che odio

le persone false 
chi pensa di prendermi in giro 
stupidità - mediocrità - ipocrisia - 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Spagnolo

I miei interessi

leggere
computer
fotografia

Gli sport preferiti

motociclismo
pattinaggio_sul_ghiaccio
arti_marziali
 

Gen. musicale

pop

Gen. cinematografico

gialli
azione e avventura

Letture preferite

thriller
narrativa
 

Mi piace la cucina

regionale italiana in generale
cinese

La vacanza OK

prendo la macchina (la moto) e parto

La vacanza KO

campeggio
 

La meta dei miei sogni

capitali europee
Stati Uniti

Stato civile

nubile/celibe
 

Il mio film preferito

il nome della rosa
 

Il mio libro preferito

quello che sto leggendo ora...
 

I miei pregi

sincerità,disponibilità...gli altri scopriteli voi..
 

I miei difetti

tanti...
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

 
 
 
 
 
 
 
 
 

J.Prevert


SONO QUELLA CHE SONO

Sono quella che sono
Sono fatta così
Se ho voglia di ridere
Rido come una matta
Amo colui che m'ama
Non è colpa mia
Se non e sempre quello
Per cui faccio follie
Sono quella che sono
Sono fatta così
Che volete ancora
Che volete da me
Son fatta per piacere
Non c'e niente da fare
Troppo alti i miei tacchi
Troppo arcuate le reni
Troppo sodi i miei seni
Troppo truccati gli occhi
E poi
Che ve ne importa a voi
Sono fatta così
Chi mi vuole son qui
Che cosa ve ne importa
Del mio proprio passato
Certo qualcuno ho amato
E qualcuno ha amato me
Come i giovani che s'amano
Sanno semplicemente amare
Amare amare...
Che vale interrogarmi
Sono qui per piacervi
E niente può cambiarmi

Jacques Prévert