Area personale

- Login
 
 
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 
 
 

Mi trovi anche...

Chat  
 
 
 

Si dice..e credo sia vero..

che per dimenticare una persona

l'amore debba passare attraverso l'odio...

allora sono sulla buona strada...

ti odio quando sto male come adesso...

ti odio quando soffro

ti odio quando sono sola...

quando non riesco a vivere con dignità...

ti odio quando intorno a me vedo cose tue...

quando incontro persone che ti conoscono...

ti odio quando penso cosa hai fatto alla mia vita...

quando penso alla tua presunzione..alla tua sicurezza...

alla tua vita che è rimasta uguale

mentre la mia va a rotoli...

ti odio...quando chi sente cosa mi hai fatto

cambia idea su di te..

e trasforma la stima in disprezzo...sgomento...

ti odio...quando mio malgrado sei presente

nella mia condizione di vita...

e quando penso alle parole vuote..e false

che mi hai detto...

ti odio...

per ogni centimetro della mia pelle

che ti ha amato....

 
 
 
La curva dei tuoi occhi
intorno al cuore
ruota un moto di danza e di dolcezza,
aureola di tempo
arca notturna e sicura
e se non so più quello che ho vissuto
è perchè non sempre i tuoi occhi mi hanno visto...

                     Paul Eluard
 
 
 

...

...accadrà presto...mi hai detto...

e un minuto dopo sarò sotto casa tua...

per incollarti a me.....

 
 
 

Links preferiti

Nessun link!
 
 
 
Sto...ancora qui
attaccata a te
mentre il mondo intorno svanisce...
sulle mie spalle nude
il peso è più intenso
il ricordo più amaro
e il freddo pungente...
E' arrivata la notte
sapevo...l'aspettavo
la luce è un ricordo
la gioia è lontana...
ho scelto stanotte
per tutta una notte...

                              I.C  2010
 
 
 
Tra volti
e tra mani tremanti
non vedo
non parlo
ti cerco soltanto...
ti sento arrivare
e un brivido caldo mi scuote la pelle
non sogno
sei qui...
mi invento il tuo viso
mi abbraccio i tuoi occhi..
quel fiume che scorre in terre lontane...

                         I.C. 2010
 
 
 
Attraverso quella parte più oscura
della città
quella che ti piaceva tanto...
quella piena di negozietti
di mobili antichi...
di vecchi bar
dove i profumi si mescolano
agli odori stantii
delle strade...
e della gente...
quei sapori antichi
che diventano subito ricordi...
ed eccoti di nuovo...

                                   I.C. 2009
 
 
 
Foto di coccinella600
 

coccinella600


Sesso: F
Età: 54
Città: S,sebastiano
Provincia: Napoli
Regione: Campania
Nazione: Italia
 
 
 

Contatore



 
 
 

Mi descrivo

...c'è un silenzio pieno..verso cui siamo attratti..non c'è bisogno di parlare..non servono frasi per comprenderci...la nostra vita è ferma..come un fotogramma ke resta stagliato sullo skermo per un tempo infinito...e non servono sguardi...anke così...anke distanti...ci apparteniamo....
 
 
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

lettura 
cinema 
passeggiare 
 

Tre cose che odio

le bugie 
l'inaffidabilità 
la presunzione 
 
 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Francese

I miei interessi

scrivere
giardinaggio
leggere

Gli sport preferiti

nuoto
 

Gen. musicale

celtica
etnica

Gen. cinematografico

drammatico
storici

Letture preferite

biografici
narrativa
 

Mi piace la cucina

tradizionale

La vacanza OK

città d'arte

La vacanza KO

 

La meta dei miei sogni

capitali europee
Scandinavia

Occupazione

professionista

Stato civile

non definito
 

Il mio film preferito

non ti muovere
 

Il mio libro preferito

non ti muovere
 

I miei pregi

ingenua,altruista
 

I miei difetti

permalosa,credulona
 
 
 
Ho un corpo per attenderti
per seguirti
dalle porte dell'alba
alle porte dell'ombra...
un corpo per passare la mia vita ad amarti...
 
 
 
La strada era la stessa
stasera
la gente mi scrutava
come succedeva quando ero con te...
tornando al mio tavolo
mille occhi mi pungevano...
anche il piatto era lo stesso
e la birra nel boccale...
ma non c'erano i tuoi occhi
di fronte ai miei...
nè le tue mani sulle mie...
persino il sapore era falso..

 
 
 
Spegni i miei occhi
io ti vedrò lo stesso
sigilla le mie orecchie:
io potrò udirti,
e senza piedi camminare
verso te
e senza bocca
tornare a invocarti.
Spezza le mie braccia
e io ti stringerò
con il mio cuore
che si è fatto mano,
arresta i battiti del cuore,
sarà il cervello a pulsare
e se lo getti in fiamme
io ti porterò nel flusso
del mio sangue..
                             Rilke  1897