Sesso: F - Età: 66 - Città: Bari - Provincia: Bari
Regione: Puglia - Nazione: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

Silenzio...

 

Lince

 

algiz_grunes

La Preghiera

LA PROTEZIONE CELESTE, DESIDERI REALIZZATI, SOFFERENZE SVANITE

 

ORACOLO

Ecco ritorna la dolce Primavera,
Si sciolgono le nevi e fanno capolino i primi fiori.
Le fanciulle danzano e si ornano i capelli
Quale letizia si respira nell’aria!
Come dopo lunga e tormentosa sete,
Un sorso di idromele!

 

Parole chiave

Protezione, difesa, scudo, supporto

 Algiz è preghiera, invocazione, dialogo, richiesta,

 ma anche dono e ringraziamento, intimità e riconoscenza.
 

 

 

Algiz capovolta

 

 Algiz

Capovolta

MALEVOLENZA, INVIDIA, INGANNI, CALUNNIE

 

 

Mi descrivo

Chiediamolo alla Luna.La luce è incredibilmente generosa, ma anche delicata; dinnanzi allo spuntare dell'alba apprendiamo come la luce blandisca il buio: le sue dita appaiono all'orizzonte e, con abilità e delicatezza, spogliano il mondo del mantello di tenebre. Quietamente, davanti a noi si apre il mistero di una nuova alba, il nuovo giorno..
 

Spazio amici

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

 
 
 
 

Tre cose che odio

 
 
 
 

Dettagli

Nessun dettaglio
 

Anam Cara

Anam Cara
Il libro della saggezza celtica


Sono il vento che soffia sul mare,
sono l'onda dell'oceano,
sono il mormorio dei flutti,
sono il bue delle sette battaglie,
sono l'avvoltoio sulle rocce,
sono un raggio del sole,
sono la più leggiadra delle piante,
sono il cinghiale valoroso,
sono il salmone nell'acqua,
sono un lago nella pianura,
sono un mondo di conoscenza,
sono la punta di lancia della battaglia,
sono il Dio che ha creato il fuoco nella testa.
Amorgen


 

Algiz

Algiz in germanico significa protezione, Alhs in gotico significa santuario, bosco sacro o recinto protetto dedicato agli dei.
Non a caso questa Runa è collegata ad Heimdall, il protettore di Asgard, che veglia sull'arcobaleno Bifrost, collegamento fra gli uomini e gli dei.

Algiz significa anche “alce” nel senso di resistenza e difesa, grazie alle ampie corna. La sua forma ricorda quella di un uomo con le braccia alzate verso il cielo oppure un albero con i suoi rami protesi verso l'alto, simbolo dell'uomo sacerdote collegato con il cielo e con la terra.

L'estrazione di Algiz indica che stiamo scoprendo il sacro nella vita e dentro di noi, che siamo in contatto con il Grande Mistero che ci circonda, che stiamo riconoscendo e celebrando i doni ricevuti.

Runa dell'Ordine cosmico e della perfezione, ricongiunge le energie individuali a quelle universali, rappresenta la tensione verso l'assoluto, l'anelito alla fonte suprema che conferisce forza e potere, è l'invocazione alle forze dello spirito per riceverne aiuto e sostegno.

Algiz è una runa che può difenderci da ogni nemico, se solo riusciamo a creare intorno a noi uno spazio sacro, un tempio, un recinto all'interno del quale sia presente la divinità. Quella scintilla divina che brilla in ogni essere vivente.