Zefira.70

 Sesso: F    Età: 47    Città: Lilliputlandia    Prov: Stato Estero    Reg: Stato Estero    Naz: Fiji Is.E
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

Mi descrivo

Un Mosaico. Complesso, imperfetto, ma Unito. Colorato, opaco, brillante, diseguale che delinea, senza chiuderli, i contorni della propria Verità. Nessun Mosaico può dirsi veramente finito, esistono possibilità illimitate e infinite di modificarlo, arricchirlo e renderlo Unico nel suo genere. Un Mosaico dal costante cambiamento e dal suo processo in Divenire, di ricerca perenne del giusto equilibrio, della giusta combinazione tra ciò che E’ e ciò che Appare.
 

Spazio amici

Vieni a fare parte del mio spazio amici!
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

il cammello...mentre attraversa la cruna dell'ago 
la volpe..quando si mangia l'uva! 
L'acida eleganza del lama... nel fare centro! 
 

Tre cose che odio

il latte alle ginocchia: meglio alle mandorle! 
I nodi al pettine: bastano già quelli ai capelli! 
Indecisa tra sorriso e calza.Quando si smaglia! 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Albanese
Olandese
Turco

I miei interessi

arte
esoterismo
leggere

Gli sport preferiti

paracadutismo
sub
nuoto
 

Gen. musicale

etnica
rock

Gen. cinematografico

neroealismo italiano
storici

Letture preferite

classici
psicologia e sociologia
 

La meta dei miei sogni

Svizzera
non definito
 

Il mio film preferito

C'era una volta il tg 4 di Emilio Fede - commedia
 

I miei difetti

Sono ateo teologico esistenziale. Credo nell'intelligenza dell'universo, con l'eccezione di qualche cantone svizzero. Woody Allen
 
 

PHOTO


 

MI PADRE ME DICEVA............ di Aldo Fabrizi

Mi padre me diceva; fa attenzione a chi chiacchiera troppo, a chi promette, a chi dopo esse entrato fa: "Permette?"; a chi aribarta spesso l'opinione e a quello co la testa da cojone, che nu' la cambia mai; a chi scommette, a chi le mano nu' le strigne strette, a quello che pia ar volo l'occasione, pè dì de si e offrisse come amico, a chi te dice sempre so' d'accordo, a chi s'atteggia come er piu ber fico, a chi parla e se move sottotraccia, ma soprattutto a quello - er più balordo - che, quanno parla, nun te guarda in faccia.
 

Riflessioni

Tanto l'ottuso è stupido quanto lo stupido è ottuso. Ma il connubio dei due è pericoloso al pari della fame nel mondo.