Area personale

- Login
 
 
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 
 
 

Mi trovi anche...

Chat  
 
 
 
 
 

DANNI PSICHICI CRISTIANITA' - L'ESPERTO RISPONDE



Intervista con Sergio Martella
Psicologo Psicoterapeuta
Docente presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Padova
uomo

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

LETTURE E VISIONI CONSIGLIATE

VITTIME DELLA FEDE CRISTIANA - CROCIATE - OLTRE 100 MILIONI

BIBBIA IMMORALE

CONTRADDIZIONI DELLA BIBBIA

TUTTI GLI SCANDALI DEL VATICANO

COSA RISPONDERE AI TESTIMONI DI GEOVA

L'ERRORE SU CUI SI BASA L'ISLAM

LA TEOLOGIA DELLA SOSTITUZIONE

(in memoria di Diprose Rinaldo, scomparso il 5 giugno 2015 - Nonostante fosse un credente ho apprezzato la sua intelligenza, la sua chiarezza nel linguaggio ed il fatto che abbia voluto, con i suoi insegnamenti, restituire la storia di Dio ad Israele)




 
 
 


"La religione cristiana è un una parodia del culto del Sole. Hanno messo un uomo chiamato Cristo al posto del Sole e adorano quella figura come originariamente si adorava il Sole." (Thomas Pain 1737 - 1809).




"Quando i missionari vennero per la prima volta nella nostra terra, loro avevano le Bibbie e noi avevamo la terra. Cinquant'anni dopo, noi avevamo le Bibbie e loro avevano la terra." (Jomo Kenyatta 1891 - 1978 - primo presidente del Kenya dopo l'indipendenza)


 
 
 


“Cristo non è altri che il Sole adorato dalla setta mitraica e Giove Ammone rappresentato nel paganesimo sotto forma di montone e agnello. La sua incarnazione e resurrezione sono riprese da Mitra, così come l’adorazione dei re Magi. Mitra e Gesù sono la stessa persona, non esiste nessun documento storico valido per sostenere l’esistenza di Cristo" (PAPA PAOLO III 1468 - 1549)



"Tutti sappiamo bene quanto la favola di Cristo abbia recato profitto a noi e ai nostri più stretti seguaci". Archivi Vaticani, Corr. Leone X, Vol. 3° Scaffale 41 (PAPA LEONE X 1475 - 1521)
 
 
 


"Io do importanza alla vita di un altro quanto ne posso dare a un fagiolo. Gli uomini hanno un’anima del tutto uguale a quella delle bestie. Il vangelo insegna più menzogne che verità: il parto di una vergine è assurdo; l’incarnazione del figlio di Dio è ridicola; il dogma della transustanziazione è una pazzia. Le quantità di denaro che la favola di Cristo ha apportato ai preti è incalcolabile. Le religioni sono state inventate dagli ambiziosi per ingannare gli uomini. Il nostro solo scopo è quello di vendere nelle chiese tutto ciò che gli idioti vogliono." (PAPA BONIFACIO VIII 1235-1303)
 
 
 

L'UNIVERSO HA SOLO 10.000 ANNI ? NON SCHERZIAMO.





Tra le infinite, e per certi versi divertenti, assurdità presenti nella Bibbia una tra quelle più sbalorditive riguarda sicuramente l'affermazione sugli anni di vita dell'Universo. Secondo la Bibbia, se vogliamo essere precisi l'Antico Testamento, l'Universo, il Mondo, e l'uomo esistono da meno di 10.000 anni. Tutti quelli che hanno avuto la fortuna di andare a scuola sanno, sin da bambino, che l'Universo esiste invece da miliardi di anni (15 miliardi secondo la scienza). Sarà stato un errore di battitura...
 
 
 

LIBRI CONSIGLIATI



Di Tim C. Leedom e Maria Murdy. Il libro affronta il tema più controverso di tutti i tempi: la religione. Tra le sue pagine, i contributi di autorevoli teologi, storici e ricercatori indipendenti svelano mistificazioni, mettono in discussione credenze acclarate da tempo e affrontano il lato oscuro della fede trattando argomenti che le gerarchie di ogni confessione tentano di sottrarre alla conoscenza della gente. Una lettura che, pagina dopo pagina, mette in discussione i dogmi su cui si fondano le religioni più importanti del pianeta e, come nel caso delle accuse di pedofilia piovute su numerosi esponenti del cattolicesimo, affronta gli scandali che hanno coinvolto altissimi prelati sfidando pregiudizi e luoghi comuni. Dalle origini ebraiche dell'Islam al mistero di Maria Maddalena, dai massacri dei soldati crociati in Europa e Medio Oriente ai genocidi animati dai seguaci di Maometto...



L'argomento è della massima importanza ed evidenzia come la teologia della sostituzione possa pericolosamente non solo sostituire Israele con la Chiesa ma anche il vero Gesù con un altro Gesù.
 
 
 




Appare subito chiaro che l'autore non ha alcuna intenzione di fare sconti. Queste opere si rivelano infatti dei veri e propri compendi di tutte le nefandezze commesse dai vertici della Chiesa cattolica a danno del genere umano. Niente mezze parole o ipocriti riguardi per denunciare, con abbondanza di particolari e di riferimenti storici e bibliografici, le gesta di una potente organizzazione che, sfruttando un presunto collegamento con il 'Creatore', ha imperversato nei millenni nella gestione delle nostre vite e nell'organizzazione delle nostre società. E' importante rendersi conto di quanto nei secoli l’esistenza delle “religioni costituite” abbia influito negativamente sullo sviluppo della civiltà, sulla formulazione di una scala di valori autentici e anche, come si verifica ancora al nostro tempo, sul mantenimento della pace. Così come può non essere semplice avvertire quanto le religioni continuino a condizionare in senso negativo la legislazione, la politica, l’organizzazione sociale, il libero pensiero, il progresso della scienza e della filosofia.
 
 
 


L’argomento "nessun motivo" è stato formulato da Scott Adams nel libro God’s Debris (detriti di Dio). Adams sostiene che un essere onnipotente e/o perfetto non avrebbe alcun motivo di agire, in particolar modo creando l’universo: Dio non proverebbe infatti alcun desiderio, nemmeno quello di creare un Pianeta, in quanto il concetto stesso di desiderio è specificatamente umano. Ma l’universo esiste, e quindi c’è una contraddizione: conseguentemente, un dio onnipotente non può esistere.



Sappiamo benissimo che la Bibbia ebraica non è un libro ispirato divinamente, ma una collezione di scritti redatti in tempi diversi da persone differenti. Molti errori. Numerose incongruenze. Altrettante scopiazzature dalle mitologie ugaritica e mesopotamica. Poi, arrivarono i masoreti che, invece di migliorare il testo, compirono operazioni redazionali talvolta peggiori di quelle originarie. Ancora insuperato il lavoro accademico di Emanuel Tov.
 
 
 
Foto di Soccorso.Spirituale
 

Soccorso.Spirituale


Sesso: M
Età: 35
Città: Qumràn
Provincia: Stato Estero
Regione: Stato Estero
Nazione:
 
 
 





Le informazioni contenute in questa pagina ti permetteranno di comprendere le vere origini della Bibbia. E' possibile che tali verità, scomode per molti, possano mettere in discussione le certezze che avevi fino ad ora ma è fondamentale capire il meccanismo che si cela dietro la più grande storia raccontata all'umanità. Ciò non ti impedirà di preservare la tua fede, nessuno intende sottrartela, tuttavia avrai elementi nuovi su cui riflettere che potranno permetterti di ragionare anziché limitarti a credere sulla base di dottrine che hai assorbito senza filtro sin da bambino.

Gli argomenti sono infiniti ma cercherò di esprimere una sintesi in maniera chiara ed attrattiva. Sarà poi compito tuo, se vorrai, proseguire in base alle nuove nozioni di cui verrai a conoscenza. Il percorso inizierà partendo dal culto del Sole per arrivare fino ai giorni nostri e capire, finalmente, le ragioni per le quali sta succedendo questo massacro tra le varie religioni che dura ormai da più di 2000 anni.

Comprenderai infine come la Cristianità, l'Islam, i Testimoni di Geova ed altri "oratori" moderni siano inoltre basati sul medesimo concetto pericoloso : la Teologia Della Sostituzione.

Buona lettura.
 
 
 

ZEITGEIST - THE MOVIE




VIDEO, VINCITORE DI VARI PREMI, CHE SPIEGA NELLA PRIMA PARTE LA MITOLOGIA DI GESU - UNA DIVINITA' ISPIRATA AL SOLE COME TANTISSIME ALTRE DIVINITA' GIA' 10 000 ANNI AVANTI CRISTO - UNA FIABA CHE SI RIPETE NEI SECOLI, ANZI UN VERO E PROPRIO PLAGIO DI ALTRI PERSONAGGI APPARTENENTI AD ALTRE CULTURE PRECEDENTI.

QUESTO E' STATO FATTO PER DARE UNA STORIA ANCHE AGLI EBREI NON AVENDONE UNA PROPRIA PRIMA DI ALLORA SE NON QUELLA BANALE MA VERA CHE POTREBBE RIASSUMERSI IN  : 
c’erano una volta dei nomadi che, lasciate le zone semi desertiche della Mesopotamia, invasero la Palestina, depredando per secoli i popoli che l’abitavano.

RICORDIAMO CHE IN NOME DI QUESTA DIVINITA' SONO MORTE MILIONI DI PERSONE IN PASSATO ED OGGI SONO MANIPOLATE MILIARDI DI PERSONE.

"La bibbia è un'opera letteraria ibrida astro-teologica come tutte le precedenti mitologie religiose."



La forma dell'Ostia non vi ricorda "casualmente" qualche Astro...
 
 
 

QUANTE RELIGIONI ESISTONO ?



Nel mondo (che conta circa 7.000.000.000 di abitanti) esistono 30.547 religioni, dottrine, scuole filosofiche, credenze, sette, culti tribali.


Ognuna ha le sue credenze, il suo Dio, le sue origini. Nessuna ha prove storiche e tutte usano la fede come prova dell'esistenza divina. Prova per un attimo a ragionare senza pregiudizi e dimentica le tue convinzioni che tanto "tue" non sono considerato che sei stato battezzato da bambino quando ancora non avevi nessuna consapevolezza della religione, oltre ad essere cresciuto probabilmente in un ambiente cattolico dove la fede era considerata normale. Ma cosa sarebbe successo se fossi nato un paio di confini più in là? Oggi potresti essere protestante, islamico, buddista, eccetera. E' davvero sensato sviluppare una propria fede in base al luogo in cui si nasce ?

A questo punto potresti pensare che è indifferente, che a Dio non importa quale religione si professi, tutte portano a lui, l’importante è avere fede. Purtroppo questa visione è smentita dalla stessa Chiesa Cattolica, con il dogma Extra Ecclesiam Nulla Salus2, “al di fuori della Chiesa non vi è salvezza”.
 
 
 

ESISTE UNA PROVA STORICA DI GESU' ? NO.


Una prova storica, per definizione, è una prova che proviene esattamente dal periodo storico a cui appartiene. In questo caso tra l'anno 0 e l'anno 33.

Molti cattolici, convinti e disinformati, ed anche teologi riportano documenti che trattano reperti pervenuti molti anni (se non secoli) dopo l'esistenza di Gesù. Oppure vengono utilizzati documenti, testimonianze, fonti che parlano di Gesù come ne parla del resto già la Bibbia e di conseguenza rappresentano una contraddizione esemplare poiché la Bibbia non può essere ritenuta una fonte storica (per motivi spiegati più in basso). Tuttavia è l'unica opera su cui si basa la storia di Gesù.

La verità è che ci sono oltre 40 storici ben documentati che hanno vissuto sia durante che subito dopo la presunta vita di Gesù producendo opere letterarie che messe insieme potrebbero riempire una piccola biblioteca. Quanti di questi storici hanno documentato questo Leader Spiriturale ? Neanche uno.

Non c'è nessuna prova di nessun uomo conosciuto con il nome di Gesù, nei documenti storici di quel periodo, che rassomigli anche vagamente alla presunta vita biblica di Gesù. Voi credete che un uomo che è risorto dopo la morte, è asceso in Paradiso davanti a gli occhi dei presenti ed ha compiuto numerosi miracoli a lui attribuiti non sarebbe apparso nei documenti storici di quel periodo ? Non è apparso perché Gesù, quello biblico, non è esistito.

E' possibile che sia esistito un uomo che avesse quel nome e che sia morto sulla croce. In realtà era un nome che avevano in molti in quel periodo, e altrettanti morivano crocefissi. Ma la sua storia non è di certo quella del figlio di un Dio.


 
 
 

E LE PROVE EXTRABIBLICHE ? SMONTATE ! - PARTE 1




La madre delle fonti extrabibliche più utilizzata per comprovare la storicità di Gesù è il Testimonium Flavianum (TF ), di Flavio Giuseppe, figlio di un alto sacerdote del Tempio di Gerusalemme, scelto dal Sinedrio quale comandante in capo della Galilea. Persona istruita, meticolosa nei racconti ed appassionata della storia del popolo Ebreo. Basterebbe dire che egli è nato nel 37 d.C. per chiudere subito l'argomento (essere testimone di un periodo in cui non si era nato ?!). Ma non è questo il punto. In quanto ebreo non avrebbe mai potuto scrivere "Questo era il Cristo" trattandosi di affermazione puramente cristiana. Parliamo di un'opera di 20 libri, pagine intere dedicate a piccoli ladri e personaggi secondari, 40 capitoli dedicati alla vita di un singolo Re mentre l'individuo piu' grande che la sua razza abbia mai generato e' stato liquidato con una dozzina di righe ?! Flavio scriveva dettagliatamente di numerosi personaggi poco rilevanti, compresi numerosi Gesu, pertanto e' inconcepibile che abbia dedicato solo poche parole a qualcuno che ricalca i caratteri di un personaggio del Nuovo Testamento. Nessun padre della Chiesa menziona il TF  fino al 300 d.C. circa. La verita' e' che nessuno di questi padri avrebbe potuto citare o alludere ad un passaggio che, ai loro tempi, non esisteva. Infatti la frase su cui si fonda la prova storica non compare nella versione originale delle Antichita' Giudaiche conservata dagli ebrei. I primi studiosi che dimostrarono la totale falsita' del TF  lo fecero mediante l'esame accurato e puntuale, condotto dai piu' eruditi di essi, principalmente dagli scrittori cristiani di quei tempi, sparsi in vari paesi.


 
 
 

E LE PROVE EXTRABIBLICHE ? SMONTATE ! - PARTE 2



Ma chi fù a mettere del "cristianesimo" nel TF  originale (neutrale su Gesù) ? Eusebio (316 d.C.), colui che per primo richiamò l'attenzione su quel brano (coincidenza ?). Noto per il suo interesse ad accrescere il potere della Chiesa fù denominato nei secoli il "luminoso bugiardo", incolpato per molti altri falsi. Eusebio conosceva gli scritti di Flavio ed evidentemente rimase "offeso" che un famoso scrittore come lui non avesse detto nulla sui Vangeli o sul Cristo. Così studiò lo stile di scrittura di Flavio ma fù tradito nei modi adottati per inserire le proprie righe. Il suo brano interrompe infatti il flusso della narrazione e non ha niente a che vedere con quello che precede e quello che segue. La stessa posizione mostra chiaramente come l'insieme del testo storico sia stato interrotto da una mano estranea, per dare spazio ad una falsita'. Lo stesso utilizzo della parola"tribù", per individuare i cristiani, ne è una prova. In tutta la letteratura che precede il concilio di Nicea, i padri non hanno mai usato la parola "tribù" o "razza" per indicare i cristiani e questo anche da parte di scrittori non cristiani. Tertulliano, Plinio il Giovane, Traiano e Rufio non usarono mai il termine tribù per riferirsi ai cristiani. Eusebio e' stato il primo a dare il via a questa pratica.

Su Plinio, Tacito, ed altri falsi storici : Clicca

Altre fonti : Clicca

Lo studio di Ken Olson : Clicca

 
 
 

ORIGINI TRADUZIONI DELLA BIBBIA



La Bibbia Cattolica di oggi si basa unanimamente sulla traduzione fatta dalla Scuola dei Masoreti che vinsero "l'appalto" su altre scuole di quel periodo per porre fine alla continua interpolazione dei vai scritti pervenuti. I Masoreti sono intervenuti dal VI al IX secolo (quindi non erano sempre gli stessi), basandosi su copie pervenute e manipolate, frutto di tramandazioni orali (di persone diverse) e solo successivamente scritte (senza vocali) da persone diverse. Neanche oggi saremmo in grado di tramandare un testo così lungo, in questo modo, in maniera giusta per secoli. Il loro lavoro si basò dunque su interpolazioni di testi danneggiati, emendati, rimaneggiati, cancellati, riscritti. Hanno utilizzato un alfabeto radicalmente diverso da quello originale ebraico, aggiungendo innumerevoli "punti vocali" (le famose vocali mancanti) che non esistevano, interpretando parole nel proprio periodo storico, circa 1600 anni dopo le Sacre Scritture. Qualsiasi mente dotata di buon senso, non inquinata da preconcetti, capirebbe da sola che tutto ciò non può aver generato un messaggio finale uguale a quello ipotetico d'origine. Il peggio lo hanno fatto i successivi traduttori che negli ultimi 800 anni hanno aggiustato altre centinaia di volte la storia (inserendo il concetto di allegorie, metafore, interpetazione su vari livelli) per renderla il più possibile credibile e adattabile ai giorni nostri. Un lavoro che ha generato La Superbia in molti uomini tanto da interporsi tra un Dio e l'essere umano. Continuare a credere alla storia della Bibbia è una libera (si fa per dire) scelta, anzi è più un limite alla propria ricerca individuale e doverosa. Tuttavia è bene sapere almeno su cosa si basa il proprio credo, su quali tramandazioni e con quale imparagonabile imprecisione.
 
 
 

DAL MITO AL DOGMA



Gesù era la divinità del Sole della setta gnostica Cristiana e, come tutti gli altri Dei pagani, era una figura mitologica. Pertanto si era liberi di idolatrare o venerare ma non vi era nessuna presunzione di verità. Sono state le classe politiche a storicizzare (e poi imporre con l'inquisizione) la figura di Gesù per funzioni di controllo sociale. Dal 325 d.c. a Roma, l'imperatore Costantino riunì il Concilio di Nicea. E' stato durante questo incontro che il Nuovo Testamento venne formalmente definito. Ricordiamo che fù proprio Costantino a bandire il culto del Sole come divinità (e pensare che ne era egli stesso un cultore). Da allora ebbe inizio una lunga storia di frodi spirituali e spargimenti di sangue in nome della religione Cristiana. Per 1600 anni successivi il Vaticano ha mantenuto una forza opprimente su tutta l'Europa, portando periodi "gioiosi" come l'Alto Medioevo, assieme ad eventi "gloriosi" come le Crociate e l'Inquisizione. La cristianità, assieme ad altri sistemi religiosi teistici, sono la frode di questa Era. E' servita per separare popolazioni dal loro habitat naturale, e allo stesso modo, per separare i popoli. Riduce la responsabilità dell'uomo considerato che è Dio che controlla tutto. Inoltre terribili crimini possono essere giustificati nel nome di un obbiettivo divino. E più importane di tutto : rende più potenti coloro che sanno la verità ma usano il mito per manipolare e controllare le società.

 
 
 

COME SI VIVEVA PRIMA DI GESU'



Prima della storicizzazione forzata di Gesù vi erano circa 60 religioni crisitane diverse (ed altre religioni non cristiane). Per questo motivo Costantino riunì nel Concilio di Nicea i massimi esponenti di ciascuna di esse ordinando loro di accordarsi su una sola versione (ovvera quella che oggi conosciamo come Nuovo Testamento) e distuggere tutte le altre.

La storia ci testimonia che prima di allora vi era una serenità e soprattutto libertà di venerazione delle varie divinità senza precedenti e purtroppo senza seguito.

Nel mondo greco-romano l'uomo poteva scegliere, tra una grande varietà di Dei, il proprio Dio come suo protettore senza necessità alcuna di convertirsi ad un Dio unico (monoteismo). Le varie credenze non erano neppure in competizione per l'adesione esclusiva della gente. La libera filosofia di pensiero che c'era allora poneva l'accento su un Dio ritenuto più importante per se stessi ma questo Dio coesisteva da secoli senza problemi con le altre divinità. I sacerdoti potevano servire più divinità e, così come accadeva per i fedeli, si muovevano con soave disinvoltura da un tempio all'altro senza che altri potessero alludere ad un senso di incoerenza. Nessuno di loro aveva un vigoroso impulso missionario o il proposito di escludere altre religioni.

L'armonia che si respirava allora era incantevole. I pagani celebravano dei riti ma non professavano alcun credo o dottrina. Non erano tenuti a credere a verità rivelate. Non venivano esortati alla fede. Non venivano inquisiti o uccisi per le loro credenze.

Per chiunque fosse stato educato alla filosofia greca classica la fede era il gradino più basso della conoscenza, vista come condizione mentale degli ignoranti.
 
 
 

DI COSA (NON) PARLA LA BIBBIA ?



Dire che il 10% dei credenti (esclusi gli uomini della Chiesa) abbia letto interamente la Bibbia e l'abbia compresa è già una larga statistica. Eppure chiunque di voi potrebbe leggerla per capire che intanto non parla di Dio (non per come è stato definito dalla Chiesa). I massimi esperti esegeti (anche ebrei) convengono sulla certezza che i termini Dio, Eternità e Creazione non avevano all'epoca dei fatti una parola per essere tradotti in quanto non esisteva il concetto di quei termini. Per intenderci ci sono tutt'ora popolazioni che non hanno nel loro vocabolario la parola "neve" proprio perché non esiste e non l'hanno mai vista e dunque non hanno neppure creato una terminologia per definirla. Come può dunque un libro parlare di qualcosa che neanche si conosceva in quel periodo ? Solo a distanza di secoli è stato argutamente possibile "fargliene parlare" manipolando le scritture originali. Sarebbe sufficiente questo assunto per chiudere ogni discussione. Quella che rimane comunque aperta è sicuramente capire cosa intendessero gli autori con i termini Elohim, Yahweh ed Elyon che nelle Bibbie moderne vendute alle famiglie sono stati tutte e tre sostituiti astutamente con Dio mentre nelle Bibbie universitarie hanno mantenuto la loro forma.

L'Antico Testamento è un libro di infinite guerre. Un popolo prescelto e guidato da un "altissimo" per uccidere altri popoli al fine di conquistare vari territori fino alla Terra Promessa. La cosa inverosimile è che il mandante (Dio per i cristiani) è lo stesso che ha assegnato i vari territori agli altri popoli. Quindi abbiamo un "Dio" che manda il suo popolo eletto per conquistare altri territori nei quali lui stesso ha messo altri popoli. Un vero Dio avrebbe avuto bisogno di complicarsi così la vita ?
 
 
 

OMICIDI DI DIO - NUMERI IMPRESSIONANTI

Sempre secondo la Bibbia ecco alcuni dei numeri di uccisioni, scritte tra parentesi, ordinate da Dio durante la conquista delle varie Terre per arrivare alla famosa Terra Promessa.



Dio uccide chiunque sulla Terra con il Diluvio Universale tranne Noè e la sua famiglia - Genesi 7:23 (30.000.000) / Dio manda fuoco e zolfo sulle città di Sodoma e Gomorra uccidendo chiunque - Genesi 19:24 (1000) / Una carestia di 7 anni - Genesi 41:25-54 (70.000) / 7° piaga d’Egitto: Grandine - Esodo 9:25 (300.000) / Dio uccide ogni primogenito Egiziano - Esodo 12:29-30 (1.000.000) / Dio fa annegare l’esercito Egiziano - Esodo 14:8-26 (5000) / Di uccide gli Israeliti perché danzano nudi attorno al vitello d’oro di Aronne - Esodo 32:27-28, 35 (3000) / Dio manda una piaga perché il popolo si lamenta del cibo. - Numeri 11:33 (10.000) / Dio uccide gli Israeliti perché “trescano con le figlie di Moab” - Numeri 25:9 (24.000) / Massacro dei Madianiti - Numeri 31:1-35 (200.000) / Dio uccide tutto l’esercito Israelita - Deuteronomio 2:14-16 (500.000) / Tutti gli uomini, donne e bambini di 60 città - Deuteronomio 3:3-6 (60.000) / Dio forza i soldati Madianiti ad uccidersi a vicenda - Giudici 7:22, 8:10 (120.000) / Massacro degli Ammoniti e la figlia di Iefte - Giudici 11:32-33 (20.001) / Il Signore sconfigge i Beniaminiti Giudici 20:35-37, 20:44-46 (50.100) / Per aver guardato nell’arca del Signore - 1 Samuele 6:19 (50.070) / Piaghe per il censimento di Davide - 2 Samuele 24:15, 1 Cronache 21:14 (200.000) / Dio fa uccidere i Siri dagli Israeliti - 1 Re 20:28-29 (100.000) / Dio uccide Soldati Assiri mentre dormono - 2 Re 19:35; Isaia 37:36 (185.000) / Dio fa uccidere gli Israeliti da Giuda - 2 Cronache 13:15-17 (500.000) / “Il Signore sconfisse gli Etiopi” - 2 Cronache 14:9-14 (1.000.000) / Soldati di Giuda per aver abbandonato Dio - 2 Cronache 28:6 (120.000)
 
 
 

LE PROFEZIE SI SONO AVVERATE ? NO.



Non vi annoierò citando ogni singola profezia presente nella Bibbia. Ciò che è importante sapere è che la maggior parte sono profezie "generaliste" (che potevano accadere in qualunque periodo e qualunque luogo) altre sono state scritte dopo il periodo in cui erano state effettivamente profetizzate. E' come fare un libro al contrario.

Un esempio :
"Quando vedrete Gerusalemme circondata da eserciti accampati, allora sappiate che la sua desolazione si è avvicinata. Quindi quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti, e quelli che sono in mezzo ad essa si ritirino”. Profezia di Gesù 33 d.c. ma trascritta da Luca tra l'80 e il 90 d.c. quando la profezia era già stata avverata.

La Bibbia fa una sola predizione molto specifica: prevede infatti la distruzione della città di Tiro, per mano di Nabucodònosor, e dice che non sarà mai più ricostruita. (Ezechiele 26) Questa è una predizione molto precisa, finalmente. Peccato che sia sbagliata. Infatti, Tiro non fu distrutta da Nabucodònosor ma da Alessandro Magno, ed è stata anche ricostruita. Infatti ancora oggi esiste ed è patrimonio storico dell’Unesco dal 1984.


 
 
 

MARIA ERA VERGINE ? LA BIBBIA DICE NO.



Non sarà, purtroppo, l'unico esempio in cui la Chiesa ha sconsacrato le parole del libro su cui si fonda (vedesi box "Chiesa Contro Gesù"). Venendo a Maria, la madre di Gesù, era una donna che fu descritta da Dio come “grandemente favorita” (Luca 1:28, ND). L’espressione “grandemente favorita” deriva da una singola parola greca che, in buona sostanza, significa “molta grazia”. Maria ricevette la grazia di Dio. La grazia è “favore immeritato”, ossia qualcosa che riceviamo nonostante non lo meritiamo. Maria aveva bisogno della grazia di Dio, proprio come tutti noi. La stessa Maria comprese questo fatto, in quanto dichiarò in Luca 1:47: “…e lo spirito mio esulta in Dio, mio Salvatore…”. Maria riconobbe il bisogno di essere salvata, di aver bisogno di Dio come suo Salvatore. La Bibbia non dice mai che Maria fu qualcosa di diverso da una comune donna che Dio scelse per usarla in modo straordinario. Certo, Maria era una donna giusta e favorita (graziata) da Dio (Luca 1:27-28). Allo stesso tempo, Maria era anche un essere umano peccatore proprio come chiunque altro che aveva bisogno di Gesù Cristo come suo Salvatore, proprio come chiunque altro (Ecclesiaste 7:20; Romani 3:23; 6:23; 1 Giovanni 1:8). Maria non ebbe una “immacolata concezione”, non esiste alcun motivo biblico per credere che la nascita di Maria sia stata nient’altro che una normale nascita umana. In tutti i più antichi scritti apocrifi e nelle prime versioni degli evangelisti, Maria non è considerata Vergine. Il Vangelo di Marco, il più antico tra quelli riconosciuti, ignora il concepimento virginale. Anche Paolo, i cui testi sono i più prossimi alla vita di Gesù, fa discendere il bambino da Davide giungendo sino a Giuseppe.
 
 
 

LA CHIESA E' CONTRO GESU' - PARTE 1

La Chiesa, che conosce la verità che ci nasconde, ha aggiunto al suo credo tradizioni di uomini, andando persino contro il messaggio biblico su cui si fonda ! Alcuni esempi concreti possono essere i seguenti:

  • La venerazione di santi e morti e di angeli, introdotto nel 375, mentre il culto deve essere reso solo a Dio.
  • Il Culto di Maria, madre di Gesù, e l’uso dell’espressione «Madre di Dio» a lei applicato, ebbe origine nel Concilio di Efeso del 431. Gesu non lo richiedeva.
  • Il titolo di Papa, ossia di vescovo universale, venne per la prima volta dato dall’empio imperatore Foca al vescovo di Roma nell’anno 610. Gesù non lasciò nessun capo fra gli apostoli, essendo sempre il capo fra gli apostoli, e capo immortale della Chiesa (Luca 22:24-26; Efesini 1:22-23; Colossei 1:18; 1° Corinzi 3:11).
  • L’adorazione della croce, delle immagini e delle reliquie fu adottata ufficialmente nel 788. Ciò fu per ordine dell’imperatrice Irene di Costantinopoli. Nella Bibbia tale pratica è chiamata idolatria ed è severamente condannata. (Esodo: 20:4-6; Deuteronomio 27:15; Salmo 115; Geremia 10:1-5. Leggi: Matteo 4:8-9; 20:25-26 e Giovanni 18:36).
  • Il digiuno in giorno di venerdì e durante la Quaresima venne imposto ufficialmente nell’anno 998 da papi interessati nel commercio del pesce. Per mangiare carne occorre la spensa. Si tratta di cosa contraria al chiaro insegnamento delle Scritture (Leggi: Matteo 15-10; 1° Corinzi 10:25; 1° Timoteo 4:3).
  • La Messa come sacrificio fu sviluppata gradualmente e la frequenza ad essa resa obbligatoria nell’XI secolo. Il Vangelo insegna che il sacrificio di Cristo fu offerto una sola volta per tutte, e non dev’essere ripetuto, ma solo commemorato nella Santa Cena (Ebrei 7-27; 9:26-28; 10:10-14).
 
 
 

LA CHIESA E' CONTRO GESU' - PARTE 2

  • Il celibato dei preti fu decretato da Papa Gregorio VII nell’anno 1079. Il Vangelo invece insegna che i ministri di Dio possono avere moglie e figli, San Pietro era ammogliato, Paolo prescrisse che i vescovi devono avere famiglia. (1° Timoteo 3:2, 5, 12; Matteo 8:14-15) 
  • Il dogma della Transustanziazione fu decretato da Papa Innocenzo III nell’anno 1215. Con questa dottrina il prete pretende di creare Gesù Cristo ogni giorno e poi mangiarLo in presenza del popolo durante la Messa. Il Vangelo condanna simili concezioni. Nella Santa Cena c’è, biblicamente, solo la presenza spirituale di Cristo (Luca 19-20; Giovanni 6:63; 1° Corinzi 11:26).
  • La Bibbia fu proibita al popolo e messa all’indice dei libri proibiti, dal Concilio di Tolosa nell’anno 1229. Gesù dice che la Scrittura deve essere letta da tutti. (Giovanni 5:39; 2° Timoteo 3:15-17).
  • I Sette Sacramenti vennero per la prima volta così elencati da Pietro Lombardo nell’anno 1160, ma la dottrina dei Sette Sacramenti divenne ufficiale con Concilio di Firenze, nell’anno 1439. Il Vangelo dice che Cristo istituì due soli sacramenti, il Battesimo e la Santa Cena (Matteo 28:19-20; 26:26-28).
  • Il Concilio di Trento dichiarò che la Tradizione deve essere ritenuta di eguale autorità che la Bibbia, nell’anno 1545. Per tradizione s’intendono insegnamenti umani. I Farisei credevano lo stesso e Gesù li rimproverò acerbamente, poiché con la tradizione degli uomini si annulla la “Parola di Dio” (Marco 7:7-13; Colossei 2:8; Apocalisse 22:18)
ed altri...

La Bibbia dice di contenere tutte le verità di fede necessarie e chiunque ne aggiunga altre è un falso e sarà maledetto (Proverbi 30:5-6, 1 corinzi 4:6, Deut. 4:2, Apoc. 22:18,19, Galati 1:8-9)
 
 
 

DONNE UMILIATE DAL CRISTIANESIMO



Un altro vantaggio che i predicatori trassero dalla favola di Gesù fù quello di annientare letteralmente il ruolo della donna con il cristianesimo. Un maschilismo presente ancora oggi ma necessariamente modernizzato. Ecco alcune delle affermazioni di importanti dottori, padri, papi della Chiesa :

"Le donne servono soprattutto per soddisfare la libidine degli uomini."
Giovanni Crisostomo.

"La donna è un essere inferiore, che non fu creato da Dio a Sua immagine. Secondo l’ordine naturale, le donne devono servire gli uomini." Sant’Agostino.

"Il valore principale della donna è costituito dalla sua capacità di partorire e dalla sua utilità nelle faccende domestiche." Tommaso d’Aquino.

"Quando vedi una donna, pensa che si tratti del diavolo! Essa è come l’inferno!" Papa Pio II.

"La donna ha il diritto di vestirsi solo a lutto. Non appena ha raggiunto l’età adulta, dovrà 'coprire il suo viso che è fonte di tanti pericoli, altrimenti rischia di perdere la beatitudine eterna." Tertulliano.

"Nessuna donna può entrare dove si intrattiene un sacerdote." Sinodo di Parigi.

"Vicino alle chiese non possono abitare donne." Sinodo di Coyaca.

"I sacerdoti che ospitano donne sospette dovranno essere puniti. Il vescovo dovrà vendere le donne come schiave." 2° sinodo di Toledo.

"La sola consapevolezza del proprio essere dovrebbe costituire una vergogna per le donne." Clemente Alessandrino.

Ora mi rivolgo a te, donna, dimmi, puoi riconoscerti in questi valori che hanno fondato il tuo credo ?
 
 
 

LA SUGGESTIONE DI GERUSALEMME



La Bibbia è sicuramente tra i libri più ricchi di allegorie, metafore e frasi ad effetto che esistono sugli scafali. Tra le infinite suggestioni utili alla manipolazione vi parlerò di quella di Gerusalemme, scelta come città di Cristo. Vi siete mai chiesti come mai proprio Gerusalemme ? Tutto deriva da una suggestione legata a Pangea. Di cosa si tratta ? Secondo la teoria della deriva dei continenti, circa 200 milioni di anni fa, esisteva un solo enorme continente di nome Pangea che emergeva dalle acque di un unico immenso oceano (Panthalassa). Il protocontinente, successivamente, si sarebbe spezzato in due parti, Laurasia e Gondwana. Queste, a loro volta, si sarebbero suddivise originando i nuclei degli attuali continenti. Ironia della sorte (ma viene usato come suggestione divina) Gerusalemme era proprio situata, si dice, al centro di Pangea. Una città dunque ideale per affermare la presenza divina al centro del mondo. L'altare sul quale Gesù si sarebbe immolato per offrirsi vittima d'espiazione al Padre per ottenere il perdono per l'Umanità non poteva che occupare una posizione centrale sulla terra destinata all'Umanità. Peccato che la storia di Gesù si svolge 200 milioni di anni dopo Pangea con una distribuzione dei continenti uguale all'attuale e Gerusalemme non è il centro del mondo. Inoltre, 200 milioni di anni fa non esisteva nessuna Gerusalemme e nessun nome di nessuna città. Infine prima di Pangea ci sono stati altri supercontinenti e prima ancora chissà quale disposizione avevano. Nemmeno quella di oggi è destinata a rimanere tale per sempre.
 
 
 

OPUS DEI - MAFIA BIANCA



Fondato in Spagna nel 1928 da Josemaría Escrivá de Balaguer con l'obiettivo dichiarato di "diffondere in tutta la società una profonda consapevolezza della chiamata universale alla santità e all’apostolato attraverso il lavoro svolto con la libertà e responsabilità personale". Peccato che la dottrina del suo fondatore reciti: "Donami tutti i tuoi beni, io ti proteggerò e ti garantisco il Paradiso". L'organizzazione del volere di Dio sulla Terra, conosciuta come la "mafia bianca", il cui scopo è conquistare il potere terreno (denaro, controllo delle coscienze e occupazione delle istituzioni e del sistema capitalistico) gestisce un giro d'affari che si aggira, mensilmente, intorno ai trenta milioni di dollari. Tiene in scacco il Vaticano al cui interno, in stanze riservate, laici, sacerdoti ed alti prelati s'incontrano per decidere le operazioni a sostegno del Governo Ombra. Neppure il crimine rappresenta un ostacolo: essa ha una vero e proprio esercito segreto che si serve della fede religiosa come leva di manipolazione. Alcuni anni fa, con lo scandalo dello IOR (Istituto delle Opere Religiose), emersero alcuni loro coinvolgimenti con Enti, Logge, Banche e, non ultimo, il fatto che la Chiesa di Roma contribuisse finanziariamente alla fabbricazione di armamenti. Da tempo si parla degli archivi segreti del Vaticano, archivi che custodiscono verità sconvolgenti per tutti noi che siamo stati ingannati. Un alto prelato dell'Opus Dei non solo conosce l'accesso segreto a questi registri ma anche le ragioni politiche dellle menzogne dei primi Padri della Chiesa (vedi Concilio di Costantinopoli nel 400 d.C.) e i tanti assassinii ordinati in nome di Dio.

CONSIGLIO VISIONE : Clicca Qui
 
 
 

LE RELIGIONI E LA LORO AUTODISTRUZIONE

Oggi è sufficiente accendere la televisione per osservare gli effetti devastanti delle religioni che, da sempre, hanno messo le popolazioni le une contro le altre.

Prendiamo in esame le tre religioni abramitiche e l'inesauribile voglia di guerra che ancora oggi le caratterizzano. Ci viene in soccorso una citazione da James Hillman nel suo libro "Un terribile amore per la guerra"



"Il dio di Israele e il dio della Palestina e il dio dell' Iraq sono il medesimo, unico dio, lo stesso che viene invitato ogni mattina alle colazioni di preghiera della Casa Bianca. La religione di Yahveh, quella di Allah e quella di Dio Padre, con tutti i loro virgulti, sono diramazioni sorelle di quell'unico ceppo monoteistico del quale ciascuna rivendica di essere l'unica figlia legittima. Tutte e tre pongono il patriarca Abramo tra i fondatori e tutte e tre additano a modello di fede la sua disponibilità a uccidere il figlio per amore del dio comune. Tutte e tre considerano Gerusalemme la propria città santa. Tutte e tre, mentre proclamano che il loro è un dio compassionevole, hanno cercato per secoli di sterminarsi a vicenda. (.......).Tutte e tre hanno origine nella Bibbia, sono cresciute nella medesima terra, nel Medio Oriente culla delle religioni, e hanno in comune la forza del monoteismo. Ma la visione monoculare, che è la malattia del monoteismo, ha fatto sì che ciascuna di esse infliggesse secoli di orrori alle religioni sorelle e anche ad altre religioni di terre lontane, estranee al loro dio e alle loro faide."


Ma come siamo arrivati a questo ?
Con la Teologia Della Sostituzione.
 
 
 

LA TEOLOGIA DELLA SOSTITUZIONE - PARTE 1



La Teologia Della Sostituzione (o supersessionismo) è l'aspetto PIU' IMPORTANTE da capire, anche se siete credenti. Gli altri dovranno fingere per un attimo che la storia raccontata nella Bibbia sia vera. Comprenderete così anche l'inganno della cristianità, dell'islam, dei testimoni di Geova.

Tale teologia dimostra come la Chiesa cristiana abbia voluto sostituirsi ad Israele (il vero ed unico popolo eletto) nel piano di salvezza di Dio. Ciò è accaduto perché, come ben saprete, gli ebrei hanno rigettato Cristo e tutt'ora non lo reputano il vero Messia. Quindi Dio avrebbe, secondo la Chiesa, rigettato gli ebrei  (falso secondo la Bibbia) e la Chiesa si è autoproclamata il 'Nuovo Israele" creando la sua tradizione, il Nuovo Testamento, le sue chiese, la sua interpretazione di sarcedozio e soprattutto il Vaticano (che si basa su un falso documento mai redatto da Costantino). La tattica della Chiesa era quella di porsi come unico legittimo rappresentante del monoteismo biblico. Ciò comportava l'appropriazione sia degli Scritti Sacri d'Israele sia delle promesse fatte al popolo eletto. Questa operazione non fù facile in quanto il nome Israele compare oltre 2000 volte nell’Antico Testamento. Eppure ci riuscirono insegnando, persino oggi ai nostri figli, di sostituire con "Chiesa" la parola "Israele". Quindi, per potersi appropriare delle rivelazioni affidate a Israele (Romani 3:1 -2), esponenti cristiani di spicco interpretarono in modo allegorico tutto ciò che risulta legato alla storia passata e futura di Israele, tradendo la parola di Dio. 
 
 
 

LA TEOLOGIA DELLA SOSTITUZIONE - PARTE 2



E così la Chiesa iniziò l'antigiudaismo con la feroce persecuzione. Fù leggittimato ogni massacro di ebrei dal periodo delle crociate fino alla recente Shoah ad opera di Hitler (ariano, e dunque cristiano). Anche oggi, dopo 2000 anni di vergognosa storia della Chiesa, la cristianità rimane indifferente quando gli Ebrei sono minacciati, persino quando l'estremismo islamico minaccia la distruzione dello stato di Israele. Al massimo, la cristianità pronuncia quattro parole sul diritto degli Israeliani di vivere in pace nella Terra Promessa e di difendersi dagli attacchi omicidi del nemico. Per gli Ebrei Gesù é stato un falso Messia che indirettamente é stato causa di un enorme disastro abbattutosi su loro stessi. Come dargli torto ?

E veniamo all'Islam, una religione che nacque molto più tardi, nel VII secolo. Anche loro adottarono la Teologia Della Sostituzione. Maometto, il nuovo profeta, insegnò che l'Islam rimpiazzava sia la Chiesa sia Israele (ritenuti ormai obsoleti). Tutto dipese da un versetto di Giovanni (14:17) in cui Gesù disse che dopo di lui sarebbe arrivato un nuovo Consolatore, un essere invisibile e perpetuo, riferendosi chiaramente allo Spirito Santo (parakletos) e non ad un essere umano. Maometto si autoproclamò il parakletos, così come fece il primo Papa nella religione cristiana che tutt'oggi si ritiene "vicario di Cristo" (mentre la Bibbia insegna che è lo Spirito Santo). Gesù invece intendeva che lo Spirito Santo sarebbe venuto durante la vita degli Apostoli, e non 700 anni dopo, per rivelare loro nuove verità a cui non erano ancora pronti. Purtroppo anche l'Islam travisò gli Scritti Sacri dell'unico popolo eletto, Israele.
 
 
 

LA TEOLOGIA DELLA SOSTITUZIONE - PARTE 3



Perciò il Corano non può essere un arricchimento né una sostituzione della Bibbia in quanto tutte le "verità" sono già rivelate nelle Sacre Scritture. E' dunque un secondo tentativo, dopo quello della Chiesa, di sostituirsi ad Israele, al piano di Dio, creando un proprio potere, una propria tradizione e una nuova persecuzione ben visibile ad oggi, sia contro gli ebrei sia contro i cristiani.

Infine non potevano mancare i Testimoni di Geova. Arrivati un po' in ritardo, 1931 anno della fondazione, ma consapevoli dell'efficacia della Teologia Della Sostituzione già adottata dalla Cristianità e dell'Islam. Perché non imitarli aggiugendo naturalmente qualcosa di originale ed autocelebrativo ? Nel loro caso fù scelto il versetto di Isaia (43:10) in cui Dio disse "Voi mi sarete testimoni". Geova è il nome di Dio inventato da questa religione che non compare mai nei testi antichi ma è il risultato di "acrobatici" vocalizzi. In ogni caso anche qui si trattò di sostituzione perché in quel versetto Dio si rivolse alla nazione d’Israele, ai discendenti di Giacobbe, insomma agli ebrei (in realtà una piccola parte di ebrei, non tutta la dinastia), non certo ai fondatori dei testimoni di Geova. Ma in fondo perché rispettare le Sacre Scritture d'Israele ?

In conslusione, ogni religione anziché aver insegnato ad amare il prossimo, come voleva Gesù, ha portato ad invidiare "la storia" del prossimo, appropriarsene, modificarla a propria convenienza spirituale ed economica e seminare odio e guerre. Ci sono riusciti perfettamente ed almeno questo andrebbe loro riconosciuto.
 
 
 

MAURO BIGLINO ED ALTRI...


C'è un uomo che sta riscuotendo successo, quasi pari alle critiche, con i suoi libri e conferenze: Mauro Biglino. Ex traduttore per edizioni San Paolo di 17 libri della Bibbia si è poi dedicato ad un percorso personale sentendo l'esigenza di tradurre in maniera letteraria (anziché allegorica) le Sacre Scritture. Risultato ? La Bibbia non parla di Dio ma di creature (Elohim) provenienti forse da altri mondi. Autorevoli studiosi esegeti ebraici gli danno ragione quando sostiene che le Antiche Scritture parlano di "macchinari" (cherubini), medicina molecolare ed ingegneria genetica ( clicca qui ). La differenza è che essi non attribuiscono ciò ad "alieni" ma a uomini "speciali" (Elohim) che facevano parte della Terra. Persone antecedenti al diluvio universale, dotati di una vita media di 1000 anni, capaci di sviluppare enormi conoscenze avendo tanta vita davanti. Che questo sia scritto nelle Sacre Scritture ci possiamo credere ma il fatto che qualcuno lo abbia scritto non dimostra che sia accaduto. Quanti libri di fantasia vengono prodotti oggi ? Nessuno si sognerebbe di trasformarli in verità assolute. Solo 2000 anni fà ciò era possibile in quanto mancavano gli strumenti e documentazioni da mettere a confronto che oggi lo impedirebbero. Per Mauro Biglino si può solo "fare finta che..." sia accaduto e accettando questo metodo allora il racconto è molto lontano da quello "aggiustato" della Bibbia.
 
 
 

Mi descrivo

Un breve riassunto del risultato passato e presente di varie ricerche nel mondo ove studiosi si confrontano sul tema delle religioni. Buona lettua.
 
 
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

la ricerca della verità ad ogni costo. 
il coraggio di avere dubbi e di confrontarsi. 
la libertà di pensiero, di parola e di scrittura. 
 

Tre cose che odio

la censura di chi teme la verità. 
l'ignoranza volontaria condita di superbia. 
chi semina vento e si lamenta della tempesta. 
 
 
 

Dettagli

Nessun dettaglio