R.Altman

 Sesso: M    Età: 54    Città: In giro per l'italia    Prov: Pescara    Reg: Abruzzo    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

WILLIAM-ADOLPHE BOUGUEREAU


 

Molte persone entreranno e usciranno dalla tua vita, ma soltanto i veri amici lasceranno impronte nel tuo cuore.

(Eleonor Roosevelt)

 

RODIN


 

Mi descrivo

Non credo di essere abbastanza abiettivo e quindi ne faccio a meno. Comunque penso che il mio blog possa essere una buona fonte di informazione, soprattutto per quanto riguarda i miei interessi, che ritengo alla base di una buona conoscenza. Ciao a tutti - Tommaso
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

il cielo, il sole 
le stelle, la luna 
e tanto altro 
 

Tre cose che odio

Mi capita di odiare il mondo intero, 
ma sono solo momenti, 
in effetti non odio nulla e nessuno 
 

Dettagli

Lingue conosciute

Francese

I miei interessi

arte
teatro
cinema

Gli sport preferiti

tennis
nuoto
atletica
 

Gen. musicale

disco 70-80
latino-americana

Gen. cinematografico

drammatico
musical

Letture preferite

classici
biografici
 

Mi piace la cucina

tradizionale
regionale italiana in generale

La vacanza OK

città d'arte

La vacanza KO

tour organizzato
 

La meta dei miei sogni

Islanda
Scandinavia

Occupazione

impiegato/a

Stato civile

libero/a
 

Il mio film preferito

America oggi - di Robert Altman
 

Il mio libro preferito

Il gattopardo - di Tomasi di Lampedusa
 

I miei pregi

Spero di averne!
 

I miei difetti

Spero di non averne!
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

LA VENERE CALLIPIAGIA


 

Penso a te, ma non so cosa penso di più, se quello che vedevo con gli occhi, oppure quelli che mi dicevi donandoti a me.

(Nazim Hikmet)
 

WILLIAM-ADOLPHE BOUGUEREAU


 
Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto.
(Nazim Hikmet)
 

GIAMBOLOGNA


 

WILLIAM-ADOLPHE BOUGUEREAU


 

leopardi - l'infinito

 Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell'ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo, ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l'eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s'annega il pensier mio:
e il naufragar m'è dolce in questo mare.