Freedom1972

 Sesso: M    Età: 45    Città: Roma    Prov: Roma    Reg: Lazio    Naz: Italia
 

Area personale

- Login
 

Contattami

Messaggi Mail
 
Cupido
 

Mi trovi anche...

Chat  
 

Mi descrivo

felice di essere quello che sono
 

Amo & odio

Tre cose che mi piacciono

lealtà 
ascoltare musica,ballare,viaggiare... 
vino rosso e un camino acceso in compagnia.... 
 

Tre cose che odio

quasi niente!! 
 
 
 

Dettagli

I miei interessi

musica(ascoltare)
musica(suonare)
cucina

Gli sport preferiti

motociclismo
windsurf
calcio_e_calcetto

Gen. musicale

rock
pop
 

Letture preferite

storici

Mi piace la cucina

tradizionale
regionale italiana in generale

La vacanza OK

mare, sole e spiagge incontaminate!
 

La vacanza KO

pellegrinaggio

La meta dei miei sogni

Australia e Nuova Zelanda
Scandinavia

Occupazione

impiegato/a
 

Stato civile

libero/a
 

Il mio film preferito

c'era una volta in america
 

I miei pregi

tutti...
 

I miei difetti

tutti....
 
 

PHOTO


 

Ultime visite

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Lentamente muore….  chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che
fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore
davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi e' infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non
risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una
splendida felicitaà.


 

la ninna nanna della guerra

Ninna nanna, nanna ninna,
er pupetto vo la zinna :
dormi, dormi, cocco bello,
senno chiamo Farfarello
Farfarello e Gujermone
Che se mette a pecorone,
Gujermone e Ceccopeppe
Che se regge co le zeppe,
co le zeppe d'un impero
mezzo giallo e mezzo nero.

Ninna nanna, pija sonno
che se dormi nun vedrai
tante infamie e tanti guai
che succedeno ner monno
fra le spade e li fucili
de li popoli civili...

Ninna nanna, tu nun senti
li sospiri e li lamenti
de la gente che se scanna
per un matto che commanna;
che se scanna e che s'ammazza
a vantaggio de la razza...
o a vantaggio d'una fede
per un Dio che nun se vede,
ma che serve da riparo
ar Sovrano macellaro.

Che quer covo d'assassini
che c'insanguina la terra
sa benone che la guerra
e' un gran giro de quatrini
che prepara le risorse
pe' li ladri de le Borse.

Fa la ninna, cocco bello,
finche' dura 'sto macello:
fa' la ninna, che domani
rivedremo li sovrani
che se scambieno la stima
boni amichi come prima.
So' cuggini e fra parenti
nun se fanno comprimenti:
torneranno piu cordiali
li rapporti personali.

E riuniti fra de loro
senza l'ombra d'un rimorso,
ce faranno un ber discorso
su la Pace e sul Lavoro
pe' quer popolo cojone
risparmiato dar cannone!